Telefonata nella notte: il futuro di Seedorf è appeso a un filo

Telefonata nella notte: il futuro di Seedorf è appeso a un filo

MILANO – Se la disfatta con l’Atletico Madrid aveva già messo in seria discussione il futuro di Seedorf sulla panchina del Milan, la sconfitta con il Parma ha finito inevitabilmente per togliere un altro bullone alla sua panchina. Resisterà? Oggi è impossibile dare una risposta a questa domanda. L’Europa League…

di redazionecittaceleste

MILANO – Se la disfatta con l’Atletico Madrid aveva già messo in seria discussione il futuro di Seedorf sulla panchina del Milan, la sconfitta con il Parma ha finito inevitabilmente per togliere un altro bullone alla sua panchina. Resisterà? Oggi è impossibile dare una risposta a questa domanda. L’Europa League , infatti, si è già trasformata in un miraggio, alla luce degli 11 punti di distanza dal sesto posto. E, con alle porte la doppia trasferta in casa di Lazio e Fiorentina, non ci sono grandi speranze di migliorare la situazione. Del resto, solo con la conquista dell’Europa, l’olandese sarebbe certo di restare al suo posto. Ma ora il rischio è quello di dover abbandonare ogni velleità nello spazio di un paio di settimane. E a quel punto potrà accadere davvero di tutto. In sostanza, nell’immediato Seedorf non rischia nulla. Ma se sconfitte e figuracce dovessero proseguire, allora un ribaltone immediato non si potrebbe escludere. Ad ogni modo, lo scenario più probabile resta quello che prevede un rinvio bilanci e valutazioni al termine del campionato. A bocce ferme, e con una visione d’insieme, sarà più semplice giudicare. E come al solito l’ultima parola toccherà a Silvio Berlusconi.

 

 

QUANTI TESTIMONI – Ieri in serata c’è stato un contatto telefonico tra il patron rossonero e Galliani, che lo ha relazionato sull’andamento della partita. Altri dettagli, il Cavaliere, li ha ricevuti dalla figlia Barbara, che non era accomodata in tribuna ma si è sistemata in uno degli Sky-box, assieme a un gruppo di sponsor, e dalla compagna Francesca Pascale, anche lei presente sugli spalti. L’ex premier è al momento assai coinvolto dalle vicende politiche, ma il Milan e quindi la posizione di Seedorf potrebbero essere tra gli argomenti del consueto pranzo di famiglia del lunedì ad Arcore, anche se l’appuntamento deve essere ancora confermato. Il rapporto privilegiato con Berlusconi, che in prima persona ha voluto puntare su di lui, è sempre stato un appiglio di grande solidità a cui aggrapparsi per Seedorf. Gli ultimi segnali, però, lasciano intendere che la delusione potrebbe essere di tale portata da indurre il patron rossonero a tornare sui suoi passi. E’ vero che l’olandese può contare su un contratto in scadenza soltanto nel 2016, per di più a 2,5 milioni di euro a stagione, ma se ci fossero davvero assolute certezze sulla sua conferma in panchina allora, nel dopo-Atletico Madrid e anche ieri sera, sarebbe stata scontata e automatica anche una presa di posizione ufficiale della società in questo senso.

 

SILENZIO ASSORDANTE – Invece, dopo aver effettuato un blitz a Milanello soltanto sabato, peraltro quasi in contemporanea con l’uscita della stampa dal centro sportivo, ieri Galliani ha parlato soltanto prima del fischio d’inizio. E l’argomento allenatore è stato affrontato solo per commentare le critiche che Seedorf ha dedicato al lavoro di Allegri: «Con Max ho un buonissimo rapporto, ma ha capito che era difficile proseguire dopo 22 punti nel girone di andata. E poi non è vero che io non avrei voluto Seedorf. Tutte le decisioni che abbiamo preso in questi anni, gli acquisti, le vendite, gli allenatori, sono sempre state concordate con il presidente e il sottoscritto» . Insomma, spiegazioni per il passato e zero riferimenti alla prossima stagione. Così, il tecnico olandese è stato l’unico milanista a mettere la faccia dopo la sconfitta interna con il Parma. Un atto dovuto, a cui non si è sottratto. Ma la sensazione, adesso, è quella che sia ancora più un uomo solo davanti ad una crisi profondissima. (Corriere dello Sport)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy