#LIVE – Fermento Lazio. Dall’Olanda: “Per Kishna Lazio&Ajax vicine, ecco le cifre”. Raiola è a Roma.

#LIVE – Fermento Lazio. Dall’Olanda: “Per Kishna Lazio&Ajax vicine, ecco le cifre”. Raiola è a Roma.

AGGIORNAMENTO ORE 10.40 – Secondo quanto riferito questa mattina da Telegraaf.nl, Lazio e Ajax avrebbero trovato un’intesa per il passaggio di Ricardo Kishna in biancoceleste sulla base di 3 milioni di euro che potrebbero arrivare a 4 con i bonus. Raiola – agente del calciatore, con cui è già stato…

AGGIORNAMENTO ORE 10.40 – Secondo quanto riferito questa mattina da Telegraaf.nl, Lazio e Ajax avrebbero trovato un’intesa per il passaggio di Ricardo Kishna in biancoceleste sulla base di 3 milioni di euro che potrebbero arrivare a 4 con i bonus. Raiola – agente del calciatore, con cui è già stato raggiunto un accordo a 1.2 milioni di euro per 4 anni – oggi è atteso a Roma per limare gli ultimi dettagli.

AGGIORNAMENTO ORE 8.00 (25 LUGLIO) – ROMA – Sul filo, come troppe volte è accaduto. Obiettivi catturati e non ancora portati a casa, a un soffio dal colpo e con la possibilità (concreta) di perderli. E’ il destino di Lotito, conduce trattative estenuanti. A fare il punto della situazione questa mattina, è il Corriere dello Sport.Lotito può spuntarla al miglior prezzo, rischia di restare scottato. Ha quasi raggiunto l’intesa con l’Ajax per Kishna, è in concorrenza con la Fiorentina per Milinkovic Savic. E la Lazio frigge come la piazza, Pioli ha bisogno di rinforzi, ad agosto si gioca come se fosse dicembre: una finale di Supercoppa con la Juve, i preliminari per entrare in Champions. Serviva una squadra pronta, al completo.  

Kishna. Da giorni è atteso e vengono annunciate (con troppo anticipo) le sue visite mediche. Erano nate alcune difficoltà tra martedì e mercoledì, il ds Tare sta lavorando per risolverle. La piattaforma d’accordo con l’Ajax era stata rimessa in discussione da Lotito sulle modalità di pagamento. Ci siamo quasi. Dovrebbe arrivare domani a Roma e sottoporsi alle visite lunedì. Tre milioni di euro costerebbe il cartellino dell’attaccante olandese, classe ‘95, l’obiettivo scelto per rinforzare il reparto e creare un’alternativa a Felipe Anderson e Candreva sulle fasce. L’altro si chiama Keita Balde Diao e dopo essere stato per un mese e mezzo in bilico si è avvicinato alla conferma. Quattro giocatori per due ruoli con Djordjevic e Klose centravanti. E’ questo il piano e Pioli sperava di partire oggi per l’Austria con Kishna a bordo dell’aereo. Lo rivedrà forse a Mainz o prima di partire per la Cina. L’olandese e Raiola (il suo manager) hanno già detto sì alla Lazio. Serviranno altri due o tre giorni per appianare l’ufficialità. L’acquisto di Kishna non è in discussione, ma solo in ritardo. Fra le altre cose SkySport assicura che oggi Raiola sarà a Roma proprio per definire gli ultimi dettagli.
 
Milinkovic. E’ molto più complessa la vicenda del serbo. Pioli aveva chiesto un centrocampista come rinforzo prioritario rispetto alle altre necessità tecniche. Milinkovic era la prima scelta per il ds Tare, che si era mosso in anticipo. La Lazio ha offerto 8,5 milioni di euro più 1,5 di bonus al Genk e aveva soprattutto il gradimento del giocatore. «Abbiamo dato la nostra parola e la priorità alla Lazio» le parole di Kezman, il suo procuratore. Non era però stato trovato l’accordo con il Genk. S’è inserita la Fiorentina e lo ha trovato, garantendo una percentuale cospicua di ricavi sull’eventuale e futura cessione del giocatore. Niente giochi al rialzo, la risposta di Lotito. Il direttore generale Andrea Rogg è volato in Belgio per provare a convincere Milinkovic. Ieri è rientrato a Firenze e si respirava un cauto ottimismo: società viola convinta di aver fatto tutto e in attesa solo della risposta del centrocampista. Serbo non convocato dal Genk per la prima del campionato belga: trasferimento vicino. Nel pomeriggio pensavano già oggi potesse essere in Toscana per le visite mediche, in serata si parlava di martedì o mercoledì. Da Formello facevano capire che, dietro a Milinkovic Savic, si lavora su altri obiettivi (Adrien Silva dello Sporting Lisbona?) e sono state già riattivate altre piste per non farsi trovare scoperti in caso di insuccesso. Ma il serbo, per adesso, non l’ha ancora mollato nessuno. La corsa tra Lazio e Fiorentina resta aperta. 



 AGGIORNAMENTO ORE 23.31 – Ve lo avamo anticipato e ora ne abbiamo la certezza. La pagina facebook “Sergej Milinkovic-Savic” (vedi in basso) è tutto, tranne che ufficiale. A luglio – ad esempio – mostrava foto in giubotto. “Rubate” evidentemente dal profilo instagram del calciatore. Tuttavia – in sintesi – come vi raccontiamo da giorni Fiorentina e Lazio continuano a battagliare per portarsi a casa il giovane talento. Da una parte, l’offerta della Viola, che piace al Genk. Dall’altra, quella della Lazio che ha già in tasca il sì del calciatore. Fronte Kishna: domani – riporta Gianluca Di Marzio di SkySport – l’agente del calciatore, Raiola, sarà a Roma. Tutto, per definire gli ultimi dettagli.

AGGIORNAMENTO ORE 22.39 – Diventa sempre più una vera e propria telenovela quella legata a Milinkovic-Savic. Pochi minuti fa, ecco spuntare su facebook – da una pagina su cui è assente il pallino blu, tipico delle fanpage verificate e quindi ufficiali – un messaggio targato Milinkovic-Savic: “Vado alla Lazio!”. Il mistero s’infittisce. Ma l’assenza (negli altri post) di accenti tonici tipici della sua lingua, del – come detto – pallino blu e la data di creazione della pagina (solo 1 mese fa) tutto fanno pensare, tranne che questa sia ufficiale. Nelle prossime ore, sono comunque attese novità.

 

Milinkovic Facebook

AGGIORNAMENTO – Ancora pochi passi per sapere il futuro di Milinkovic-Savic. Il Genk infatti non lo ha convocato per il match di campionato contro l’Oh Leuvren. Un’indicazione chiara che fa capire come il colpo di mercato di Lazio o Fiorentina sia ormai con le valigie pronte. Decisive le prossime ore. 

ROMA – E’ tensione altissima tra Lazio e Fiorentina per Milinkovic Savic, il centrocampista serbo del Genk, campione del mondo under 20 corteggiato da Lotito e Della Valle. Sono le ore decisive di una trattativa estenuante, l’ennesimo duello di mercato destinato a concludersi forse oggi. Dipenderà dagli sviluppi della nottata: la Fiorentina si trovava in Belgio, pronta a chiudere l’operazione, a Formello continuavano a lavorare nel tentativo di chiudere e respingere l’assalto. Un dirigente del club viola – scrive il Corriere dello Sport – è volato ieri in missione per convincere il giocatore e Mateja Kezman, il suo procuratore, che avrebbero espresso una preferenza per la Lazio e che proprio ieri sera si trovavano nella sede del Genk per comunicare la propria decisione. Duello apertissimo con la società biancoceleste decisa a non mollare. Era indispettita per l’inserimento della Fiorentina, non ha gradito il blitz in Belgio per provare a rovesciare la situazione, convincendo Milinkovic Savic. Il mercato ha sempre proposto situazioni di questo tipo. Lotito non intende giocare al rialzo, aveva offerto 8,5 milioni di euro più 1,5 di bonus per il cartellino, si era mosso in anticipo e aveva il gradimento del giocatore. Chissà se in queste ore avrà provato a impostare di nuovo l’offerta al Genk, che invece accetta la proposta della Fiorentina, o se invece punterà esclusivamente sulla volontà di Milinkovic-Savic, che non intende sbagliare scelta in un passaggio assai delicato della sua carriera.

Attesa. La Lazio lo ha scoperto e trattato, il club viola si è gettato a rimorchio nell’ombra. La nottata potrebbe avere un peso determinante, anche perché si valuteranno e si peseranno in modo definitivo le volontà delle parti in causa. «Priorità alla Lazio, ho dato la parola a Tare» spiegava due giorni fa Kezman, agente di Milinkovic. E’ fondamentale che il giocatore e il suo agente non cambino idea, ma serviva forse anche uno sforzo supplementare per convincere il Genk. L’interesse dei viola ha portato il club belga ad alzare la posta. E’ difficilissimo stabilire come andrà a finire. L’estate scorsa la Roma soffiò (senza acquistare a titolo definitivo) Astori alla Lazio e i dirigenti biancocelesti vennero contestati dai tifosi. A posteriori l’ex centrale del Cagliari non ha affatto entusiasmato a Trigoria e Lotito ha pescato meglio (spendendo meno) con Gentiletti. Non sempre, però, s’indovina. In questo caso si parla di un campione del mondo under 20 da 10 milioni. E i tempi lunghi di una trattativa aumentano i rischi della concorrenza quando gli obiettivi vengono scoperti. Non c’è stato un giocatore della Lazio negli ultimi tre anni (da De Vrij a Biglia, passando per Felipe Anderson) che sia stato acquistato e portato a Formello in 48 ore. Le trattative a volte sono durate due mesi e la prudenza consiglia: con la Lazio mai dare per fatta in anticipo un’operazione, ma neppure considerarla fallita o saltata prima del tempo. Nei piani della dirigenza Milinkovic completerebbe il centrocampo accanto a Biglia, Parolo, Onazi, Cataldi e Lulic. Sei giocatori per tre ruoli in un reparto fortissimo. E se dovesse spuntarla la Fiorentina, la Lazio si getterebbe a capofitto su alternative sinora rimaste al coperto.

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy