• SUL CAN. 669 DELLA TUA TELEVISIONE TROVI CITTACELESTE TV - 24 ORE AL GIORNO, IN DIRETTA, PER PARLARTI DI LAZIO!

Un derby per Peter Lim

Un derby per Peter Lim

Domenica 4 maggio a San Siro si gioca il derby Milan-Inter, che potrebbe mettere in palio un posto nella prossima edizione dell’Europa League. In attesa di sfidarsi sul campo, i due club milanesi si confrontano anche sul mercato, ma questa volta al centro dell’attenzione non ci sono giocatori. PETER LIM…

di redazionecittaceleste

Domenica 4 maggio a San Siro si gioca il derby Milan-Inter, che potrebbe mettere in palio un posto nella prossima edizione dell’Europa League. In attesa di sfidarsi sul campo, i due club milanesi si confrontano anche sul mercato, ma questa volta al centro dell’attenzione non ci sono giocatori.

PETER LIM – Oggi c’è l’assemblea dei soci in casa Milan per approvare il bilancio, invece l’assemblea dell’Inter è in agenza il prossimo 30 aprile. Secondo il Corriere della Sera, nelle ultime ore si è fatta insistente l’ipotesi di un ingresso nella società nerazzurra di Peter Lim, che voleva acquistare una quota di minoranza del Milan e ora potrebbe scegliere di supportare Erick Thohir. Il 61enne è l’ottava persona più ricca di Singapore (655esimo al mondo) con una fortuna stimata in 2,4 miliardi di dollari. Il prezzo fissato da Berlusconi (250 milioni di euro) per il 30% del club rossonero viene ritenuto troppo elevato, anche perché è quasi la stessa cifra stabilita per il passaggio del 70% dell’Inter da Moratti a Thohir.

CASO ICARDI – Sempre sul Corriere della Sera, il giornalista Fabio Monti si interroga sul perché l’Inter non prenda provvedimenti contro le continue uscite fuori luogo di Mauro Icardi sui social network. I casi sono due: o non ci sono dirigenti all’altezza oppure si vuole arrivare alla cessione del giovane attaccante argentino, facendolo passare per un giocatore ingestibile in modo da lavarsi la coscienza e fare cassa sul mercato in uscita. (calciomercato.com)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy