Veltman, il Milan studia l’erede di Stam

Veltman, il Milan studia l’erede di Stam

ROMA – Sono 106 giorni che l’Ajax non perde: è una delle squadre più in forma a livello europeo. Il record appartiene al Bayern Monaco, che non inciampa in campionato addirittura da 46 partite: l’ultimo ko risale al 28 ottobre del 2012 con Jupp Heynckes in panchina, 1-2 con il…

ROMA – Sono 106 giorni che l’Ajax non perde: è una delle squadre più in forma a livello europeo. Il record appartiene al Bayern Monaco, che non inciampa in campionato addirittura da 46 partite: l’ultimo ko risale al 28 ottobre del 2012 con Jupp Heynckes in panchina, 1-2 con il Bayer Leverkusen. Ma dopo il club di Pep Guardiola, il Real Madrid di Carlo Ancelotti (in serie positiva dal 30 ottobre), il Benfica (mai sconfitto da diciotto giornate) e la Juventus (che non si ferma da sedici turni), l’Ajax può vantare il più lungo periodo di imbattibilità nei tornei di prima fascia. Il gruppo di Frank De Boer ha raccolto in Eredivisie dieci vittorie e due pareggi. Trentadue punti in dodici gare, ventotto gol realizzati e cinque subiti. E’ in testa alla classifica, il Twente dell’ex interista Castaignos insegue a -4. L’Ajax non cade dal 2 novembre del 2013: 0-1 in casa contro il Vitesse del brasiliano Piazon, in prestito dal Chelsea.

IL POKER – De Boer può conquistare il quarto titolo di fila in Eredivisie. Un poker che non è mai riuscito all’Ajax nei suoi 114 anni di storia, neppure con Johan Cruyff e Marco Van Basten. Impresa centrata invece dal Psv Eindhoven tra il 2005 e il 2008. Eliminato in Champions dal Milan, l’Ajax è in corsa adesso anche in Europa League: giovedì, nei sedicesimi di finale, affronterà ad Amsterdam gli austriaci del Red Bull Salisburgo. Frank De Boer è stato il capitano dell’Ajax: era uno dei punti di forza della squadra allenata da Louis Van Gaal insieme con il suo gemello Ronald. In panchina ha vinto tre campionati in tre stagioni. E ora si prepara a tagliare il traguardo per la quarta volta. Ha 43 anni, ha cominciato l’avventura da tecnico dei lancieri il 6 dicembre del 2010 al posto di Martin Jol, ma può già contare su diversi estimatori: aveva pensato a lui il Tottenham, dopo l’esonero di Villas Boas. E anche in Spagna e in Germania ha catturato l’attenzione. Ha appena prolungato, però, il suo contratto con l’Ajax fino al 30 giugno del 2017, insieme con il suo vice Hennie Spijkerman: «Sono felice qui, proprio come la mia famiglia. Vedo davanti a me ancora molte sfide su questa panchina», ha dichiarato l’allievo di Van Gaal alla stampa olandese.

IL MAESTRO STAM – Solo cinque gol subiti nelle ultime dodici giornate. L’Ajax ha ingranato la marcia giusta e domenica scorso ha passeggiato davanti all’Heerenveen: 3-0, tripletta del trequartista danese Lasse Schøne, ventisette anni, arrivato nel 2012 da Nec Nijmegen. Tra i collaboratori di De Boer c’è anche Jaap Stamp. L’ex difensore centrale del Manchester United, della Lazio e del Milan ha chiuso la carriera con la maglia dell’Ajax nel 2007. Ma in estate tornerà in Italia per lavorare con Clarence Seedorf: Stam sarà uno dei suoi nuovi assistenti nel Milan. Nella crescita esponenziale fatta registrare dall’Ajax, dall’inizio di novembre, c’è anche il lavoro di Stam, che cura la fase difensiva della squadra. Una linea a quattro, nel pieno rispetto del 4-3-3 di marca olandese, con i due laterali (Van Rhijn e Boilesen) che giocano spesso in appoggio dei centrocampisti e con un tandem centrale rapido e affidabile. Accanto al finlandese Moisander, classe 1985, si muove un talento cresciuto alla scuola di Stam: Joel Veltman, ventidue anni, forza atletica e velocità nei recuperi, è diventato uno dei pilastri dell’Ajax di De Boer. E’ molto apprezzato da Seedorf, che ha chiesto ai dirigenti del Milan di tenerlo sotto osservazione. Si muove sul centro-destra, è alto un metro e 82, pesa 73 chili. Tredici presenze in questo campionato. E’ stato promosso titolare il 19 ottobre in occasione dell’impegno in trasferta con il Twente (1-1) e non ha più perso il posto. Ha firmato due assist nelle gare con l’Heracles Almelo e il Roda. Con lui al centro della difesa, l’Ajax ha incassato soltanto sette gol in sedici partite.

LA STIMA DI VAN GAAL – E’ nato a Velsen il 15 gennaio del 1992. In questa stagione ha giocato tre volte anche in Champions League. Ha debuttato nel campionato olandese il 19 agosto del 2012 contro il Nec (6-1). Nello scorso torneo era stato utilizzato sette volte da De Boer. Ha un contratto con l’Ajax fino al 30 giugno del 2017. Veltman è nei piani del Milan. Stam ha seguito tutto il suo percorso: Joel proviene dal settore giovanile dell’Ajax. E’ stato premiato di recente anche dal ct Louis Van Gaal, che lo ha convocato nella nazionale olandese per la sfida amichevole del 16 novembre contro il Giappone (2-2): Veltman è rimasto in panchina. (Corriere dello Sport)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy