Yakin nega incontri con la Lazio, “solo con il Tottenham”. Ma con Tare e Lotito…

Yakin nega incontri con la Lazio, “solo con il Tottenham”. Ma con Tare e Lotito…

AGGIORNAMENTO ORE 13:01 – Sul caso Yakin ha parlato anche il presidente del Basilea. > LE PAROLE DI HEUSLER < AGGIORNAMENTO 18/12 - Pretattica o realtà? Yakin nega ogni contatto con la Lazio: "Con la società biancoceleste non c'è mai stato nessun contatto - dice al sito web 20min.ch -…

AGGIORNAMENTO ORE 13:01 – Sul caso Yakin ha parlato anche il presidente del Basilea. > LE PAROLE DI HEUSLER <

AGGIORNAMENTO 18/12 – Pretattica o realtà? Yakin nega ogni contatto con la Lazio: “Con la società biancoceleste non c’è mai stato nessun contatto – dice al sito web 20min.ch – ma con il Tottenham si“. Gli Spurs, hanno da poche ore esonerato Villas Boas, e Yakin sarebbe in cima alla lista dei desideri della società biancoblù. Il problema è che Yakin è in cima “alla lista”, anche della Lazio. Nei prossimi giorni, potrebbero esserci novità importanti in merito.

ROMA – Un via vai che è una bellezza. E che fa capire tante cose. Petkovic che va in Svizzera e Yakin che viene nella capitale. Sembra quasi un film paradossale, in realtà si tratterebbe, e il condizionale è d’obbligo in questi casi, soprattutto per quanto riguarda il tecnico del Basilea, di situazioni realmente accadute. Procedendo con ordine è successo che Murat Yakin, durante l’ultima sosta di campionato, abbia fatto un blitz nella capitale e, in un noto albergo della città, lontano da occhi (non tanto) indiscreti, abbia incontrato Lotito e Tare, più un’altra persona della società che dovrebbe trattarsi di Armando Calveri, il segretario generale della Lazio. Una riunione cordiale, dove si sarebbero gettate le basi per il futuro della formazione biancoceleste, ma per giugno non per adesso. Poi qualcosa è cambiato, anche se il Basilea non sembra essere propenso a liberarlo per gennaio. Allo stesso tempo c’è Petkovic che, due giorni fa, invece, è volato in Svizzera e ha incontrato di nuovo il delegato della nazionale Stedelmann e il presidente della Federazione Gilliéron, il suo primo sponsor. Nonostante qualche problema, il favorito come ct della Svizzera resta Petko, anche se c’è qualche diverbio sullo staff, soprattutto sul secondo. (Il messaggero)

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy