MERCATO / Zenit: 80 milioni per..

MERCATO / Zenit: 80 milioni per..

TORINO – Lo Zenit San Pietroburgo, tra i prossimi avversari del Milan in Champions League, ha messo a segno due colpi grossi nel Calciomercato, aperto in Russia ancora per una settimana: il club di Luciano Spalletti ha annunciato in serata di essersi aggiudicato – per la somma record di 80…

TORINO – Lo Zenit San Pietroburgo, tra i prossimi avversari del Milan in Champions League, ha messo a segno due colpi grossi nel Calciomercato, aperto in Russia ancora per una settimana: il club di Luciano Spalletti ha annunciato in serata di essersi aggiudicato – per la somma record di 80 milioni di euro complessivi – l’attaccante brasiliano Hulk e il centrocampista belga Axel Witsel, firmando con ciascuno dei due un contratto quinquennale. I nuovi arrivi provengono dal Portogallo: Hulk, 26 anni, militava nel Porto; Witsel, 23, nel Benfica. “Ora è ufficiale, entrambi i giocatori hanno firmato contratti quinquennali“, ha detto il portavoce dello Zenit Dmitry Tsimmerman. Una fonte dei campioni di Russia ha precisato che per ciascuno dei due sono stati pagati 40 milioni di euro. Con Hulk, giunto in Portogallo nel 2008 dal Giappone, il Porto ha vinto tre campionati e l’Europa League nel 2011.

IL MILAN TREMA
– Lo Zenit – che fa parte del gruppo C della fase a gironi di Champions assieme a Milan, Anderlecht e Malaga – potrà schierare sia Hulk sia Witsel nella massima competizione europea. “Ci siamo adoperati per firmare con loro entro il 3 settembre, termine per la Champions League, affinchè possano giocare con noi in tale competizione, come pure nel campionato russo”, ha spiegato Tsimmerman. Secondo fonti di stampa, lo Zenit, che ha alle spalle il colosso energetico russo Gazprom, ha inoltre offerto 40 milioni di dollari per Nani, l’attaccante portoghese del Manchester United. Il portavoce non ha voluto far commenti in merito.

Fonte: Tuttosport.com

Cittaceleste.it – Redazione SPORT

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy