Filippine, terremoto di 7,3 gradi: decine di morti

Filippine, terremoto di 7,3 gradi: decine di morti

ROMA – Cento persone sono rimaste uccise nel terremoto che ha scosso le Filippine in quello che doveva essere un giorno di festa. Il sisma, con epicentro nell’isola di Bohol, è stato registrato alle 8.12 locali, quando in Italia erano le 2.12. Da subito le autorità locali hanno escluso il…

ROMA – Cento persone sono rimaste uccise nel terremoto che ha scosso le Filippine in quello che doveva essere un giorno di festa. Il sisma, con epicentro nell’isola di Bohol, è stato registrato alle 8.12 locali, quando in Italia erano le 2.12. Da subito le autorità locali hanno escluso il rischio tsunami. Molti i danni a chiese antiche, ma anche a edifici moderni. Le strade sono rimaste bloccate a causa degli smottamenti provocati dal terremoto. Uffici, scuole e molti edifici pubblici erano chiusi per una festività nazionale, motivo per cui, secondo il portavoce della Protezione civile locale, si è probabilmente evitato un bilancio delle vittime ancora più grave. Il numero maggiore di morti si è registrato a Bohol, nove persone hanno perso la vita nella vicina provincia di Cebu, su un’isola distante pochi chilometri dall’epicentro. Una vittima anche sull’isola di Siquijor, a sudovest di Bohol. Soltanto tre i superstiti estratti dalle macerie. (Repubblica.it)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy