Silvio Berlusconi è decaduto. Sembra incredibile, ma nella notte e’ stato criticato anche da molti suoi sostenitori

Silvio Berlusconi è decaduto. Sembra incredibile, ma nella notte e’ stato criticato anche da molti suoi sostenitori

Berlusconi decaduto: la Giunta del Senato vota sì „ ROMA – Silvio Berlusconi è decaduto. E’ questa la decisione presa dalla Giunta per le immunità del Senato, dopo sei ore di camera di Consiglio. E dopo la decisione, per tutta la notte, sono stati migliaia i post sulle varie pagine…

Berlusconi decaduto: la Giunta del Senato vota sì

ROMA – Silvio Berlusconi è decaduto. E’ questa la decisione presa dalla Giunta per le immunità del Senato, dopo sei ore di camera di Consiglio. E dopo la decisione, per tutta la notte, sono stati migliaia i post sulle varie pagine ufficiali e non a lui dedicate. Brutte notizie per berlusconi arrivano anche da tanti suoi sostenitori, che su facebook – stanchi di questa situazione – ora chiedono di guardare avanti, non risparmiando feroci critiche proprio a Berlusconi. Notte insonne, per tutti. Sembra incredibile.

La giunta – riporta Today.it – per le elezioni del Senato “decide a maggioranza di proporre all’assemblea del Senato di deliberare la mancata convalida dell’elezione del senatore Silvio Berlusconi”. Lo ha detto il presidente Dario Stefano al termine della camera di consiglio.

“Peggio del previsto. Il copione era stato già scritto e se ne conosceva la trama ma si è andati oltre ogni limite di tollerabilità'”. Lo dichiara il presidente dei senatori del Pdl, Renato Schifani. “Al verdetto politico, fondato sul pregiudizio e sull’odio verso Silvio Berlusconi, in palese violazione del principio della non retroattivita’ della legge penale sancito dalla Costituzione, oggi si e’ aggiunto l’intollerabile comportamento di un senatore che ha infranto il patto di riserbo dell’udienza pubblica dell’organismo parlamentare e inficiato così la legittimità della decisione”. “Un comportamento, questo, che avrebbe dovuto imporre lo stop ai lavori, come abbiamo richiesto al presidente Grasso. Ora spetterà all’Assemblea del Senato evitare che si consumi definitivamente questo gravissimo vulnus costituzionale e regolamentare. Ci auguriamo che gli alleati di governo, Partito democratico e Scelta Civica, abbiano in quella sede un sussulto di responsabilità e respingano insieme al Pdl il pronunciamento odierno”, conclude. (Today.it / Cittaceleste)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy