VIDEO-Petkovic: ‘3-4 punti dalla Juve sono niente. Avanti’

VIDEO-Petkovic: ‘3-4 punti dalla Juve sono niente. Avanti’

NAPOLI – Dopo la pesante sconfitta del San Paolo per 3 a 0, con tripletta di Cavani, la Lazio esce decisamente ridimensionata. Nemmeno i cambi nella seconda parte della partita sono serviti a cambiare la situazione difficile creatasi già nel primo tempo. L’allenatore della Lazio Vladimir Petkovic commenta così il…

NAPOLI – Dopo la pesante sconfitta del San Paolo per 3 a 0, con tripletta di Cavani, la Lazio esce decisamente ridimensionata. Nemmeno i cambi nella seconda parte della partita sono serviti a cambiare la situazione difficile creatasi già nel primo tempo.
L’allenatore della Lazio Vladimir Petkovic commenta così il match, iniziando dal fallo di mano confessato da Klose all’arbitro: “Il gesto di Klose? Per me questo momento è stato decisivo per la partita, perchè dall’entusiasmo di un goal siamo passati ad essere sottomessi dal napoli. Klose è stato un uomo vero ed ha utilizzato il fair play”.
Per Ciani la prima da titolare, non la miglior prestazione della sua carriera: “Non ha avuto abbastanza tempo per assimilare alcune cose. Qualche disattenzione c’è stata ma ho dovuto schierarlo perchè Biava non era al meglio”.
L’allenatore biancoceleste continua parlando dell’andamento della partita: “Ci sono stati troppi errori evitabili. un goal deviato da un nostro uomo, uno evitabilissimo ed il terzo….neanche lo commento”. Alla domanda sul probabile fuorigioco di Cavani, Petkovic risponde: “Beh….non l’ho rivisto dal televisore ma ero posizionato bene, ero vicino. A me sembrava proprio fuorigioco”.

 


Ai microfoni di SKY mister Petkovic risponde in questo modo alle domande dei giornalisti presenti in studio:

Petkovic è soddisfatto della sua squadra?
Non sono contento , guardo solo la mia squadra, diverse cose non sono andate, dopo un gol non ci si può concedere di scendere mentalmente e lasciare lo spunto all’avversario. Siamo entrati bene, abbiamo giocato e creato, ma il secondo gol evitabile e il terzo non lo commento nemmeno”.

La Lazio esce da questa partita ridimensionata?
No, non siamo meno forti di nessuno, dobbiamo pensare di essere più forti e dimostrarlo sul campo.

Cosa pensa del gesto di Klose?
E’ stato giusto, dovevamo prendere questo gesto in modo positivo, è stato un bel gesto ma dovevamo continuare ad essere cattivi e motivati.

Il primo gol ha cambiato la partita?
Si, anche perché era evitabile, eravamo troppo lontani dall’uomo, poi con la deviazione sfortunata…Dopo abbiamo tentato e siamo riusciti a tornare in gioco ma il secondo gol ci ha fatto andare in palla.

Non siete stati un po’ troppo presuntuosi?
No, siamo entrati bene in partita, stavamo dominando un avversario molto forte. Poi il napoli è venuto fuori e…complimenti a loro!Hanno fatto una grande, la loro vittoria è meritata, ma noi dobbiamo rimanere positivi. Devo dire che però il terzo gol era un po’ in fuorigioco.


 

NAPOLI – In conferenza stampa allo Stadio San Paolo, ecco arrivare Vladimir Petkovic, allenatore della Lazio. Primi 10 minuti, poi il black out: “Penso che fino al 2 gol del Napoli abbiamo ancora giocato ed avuto occasioni forse anche più del Napoli. Questo gol, giustamente annullato, ci ha tolto energie, cariando l’avversario. Siamo diventati troppo molli in campo”. La Lazio è sembrata mancare nella reazione.Centrocampo poco muscolare, troppa presunzione: “Ma si, però se vediamo come fa i gol il Napoli. Il primo su deviazione, il secondo con una stupidata su un lancio in profondità. Il terzo non voglio commentarlo. Li è finita, ma vorrei prima rivederlo”. Veniamo al San Paolo per vincere. Ora che dice? “Questo è il nostro modo di giocare. Motivati ora e nel futuro, volendo dimostrare la nostra forza sul campo. Non è presunzione. Abbiamo pagato caro gli episodi che ho citato prima. Complimenti comunque al Napoli, che non ci ha permesso di fare alcune cose”. Come mai Floccari e non Zarate: “Decisione tecnica.” Colloquio con Klose per la confessione? “Questo è chiaro. Questi momenti però ti caricano e scaricano una squadra. Complimenti a Klose, che però non ho visto dopo la gara perché aveva i controlli”. Gonzalez manca: “Sicuramente nelle prime gare avevamo trovato un buon equilibrio. Ora dovevo cambiare certe cose. Ci sono giocatori che non stavano bene. Queste non sono giustificazioni però. Tutti, nella rosa, hanno avuto la possibilità di dimostrare il valore. Non è oggi che abbiamo perso tantissimo, ma contro il Genoa, che con 12-13 occasioni, non si è arrivato al gol”. La Lazio è ridimensionata: “Adesso vediamo le prossime partite. Sicuramente il distacco di 3-4 punti è niente a questo punto. C’è tutto il tempo di confermare o non confermare i propri valori. Rimaniamo positivi. Analizziamo con serenità la partita e vinciamo contro il Siena”. Poca concentrazione in certi momenti: “Si, mi sono arrabbiato. Queste gare ogni 3 giorni però influiscono. A questi livelli dobbiamo imparare ad essere sempre pronti. Non ci sono scuse”.

 

Mirko Borghesi

Francesco D’Andrea – Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy