Conferenza Petko e Profe – VIDEO

Conferenza Petko e Profe – VIDEO

LONDRA – Vladimir Petkovic e Anderson Hernanes, saranno loro gli alfieri biancocelesti per la conferenza stampa prepartita di Tottenham-Lazio, all’interno della sala stampa del White Hart Lane della capitale inglese. Prende per primo la parola il tecnico croato: Cosa si aspetta dalla partita di domani? “La capacità di imporsi su…

LONDRA – Vladimir Petkovic e Anderson Hernanes, saranno loro gli alfieri biancocelesti per la conferenza stampa prepartita di Tottenham-Lazio, all’interno della sala stampa del White Hart Lane della capitale inglese. Prende per primo la parola il tecnico croato:

Cosa si aspetta dalla partita di domani?

“La capacità di imporsi su un campo del genere, come il White Hart Lane, contro un avversario di caratura internazionale”.

L’italia ultimamente ha snobbato l’Europa League, la Lazio che farà?

“Negli ultimi anni si è cambiato la mentalità anche in Itlaia, è una manifestazione è importante per la crescita internazionale della squadra e confrontarsi con altre realtà. Le diversità nel cacio servono per far crescere la squadra”

La Lazio può arrivare in fondo?

“Non voglio fare previsioni e guardare troppo in avanti. Loro cercheranno di vincere questa competizione, noi cercheremo di vincere la gara di domani”.

Turnover o no?

“Forse nelle prossime partite serviranno fare scelte ragionate. Per ora si và con questo organico e questa squadra che sta facendo bene. Sarebbe un peccato rovinare i meccanismi e dare un segnale negativo sull’importanza di queste gara. Il turnover dovrà arrivare in maniera naturale, quando la stanchezza si farà sentire in alcuni interpreti”.

La forza del Tottenham è sulle fasce, sta studiando qualcosa?

Loro dimostrano qualità non solo sulle fasce, ma anche per via centrali, come fisicità a metàcampo e sulle palle ferme. Sicuramente i miei giocatori conoscono la loro potenzialità sugli esterni e cercheranno di comportarsi in maniera adeguata. Però come ho già detto, al di là del rispetto dell’avversario, cercheremo di neutralizzare il loro gioco attraverso il nostro.

Ha pensato a come fermare Bale e chi sceglierà al posto di Konko?

“Penso di voler mettere Bale in difficoltà, piuttosto che frenarlo. Prima guarderò come stanno Scaloni e Cavanda e poi deciderò chi mettere in campo, tutti e due rappresentano due ottime alternative”

Il doppio idolo Gazza non potrà essere allo stadio per motivi di salute..

“Lo seguivo da lontano quando giocava alla lazio, so che è stato un idolo e mi dispiace per le sue difficoltà. Spero come tutti i sportivi, che con la forza di voltontà possa recuperare ed esse presente nella partita di ritorno all’Olimpico”.

Le critiche pre-campionato l’hanno messa in difficoltà?

“Sotto pressione si può essere quando tu la soffri, allora può disturbarti per un attimo. Noi allenatori però dobbiamo essere forti in qualsiasi momento, essere d’esempio per i giocatori che non si deve mollare mai, esprimere sempre positività al gruppo”

HERNANES

Quanto può essere importante la partita di domani?

“Lo è per me come per la squadra, tutti stanno facendo bene e vogliamo ancora dimostrare il nostro valore, senza lasciare alcun dubbio nella mente dei nostri tifosi. Per questo vogliamo fare bene e mostrare il nostro valore nella partita di domani, stare attenti e fare una buona gara”.

Cosa cambia la nuova posizione in campo?

“E’ un pò diversa, anche se ci avevo già giocato per poche partite. E’ diverso perchè prima giocavo quasi come una seconda punta, ora gioco più indietro e mi piace perchè ho sempre giocato così. Sfrutto le mie qualità di inserimento, toccare più il pallone in posizione più arretrata e questo mi piace molto”.

Qual’è il tuo obiettivo per questa stagione?

“In questi anni ho imparato alcune cose, come il fatto di arrivare “piano piano” ai propri traguardi, senza farsi troppe aspettative. Vogliamo veramente creare entusiasmo, ma piano piano. Noi stiamo cercando di portare una mentalità che ci impone di pensare partita dopo partita”.

Dalla Redazione – Francesco Pagliaro

Video – Gli inviati Mirko Borghesi e Simone Davide

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy