Petko: “Spero arrivi fortuna. Attributi? Ci sono”

Petko: “Spero arrivi fortuna. Attributi? Ci sono”

ROMA – Ai microfoni di Sky, Petkovic è intervenuto poco dopo il termine del match fra Lazio e Genoa. Ecco quando evidenziato dalla nostra redazione. SULLA PARTITA – “Non voglio usare questo aggettivo, ma sicuramente non siamo stati capaci di segnare e vincere la partita. Complimenti al Genoa, che ha…

ROMA – Ai microfoni di Sky, Petkovic è intervenuto poco dopo il termine del match fra Lazio e Genoa. Ecco quando evidenziato dalla nostra redazione.

SULLA PARTITA“Non voglio usare questo aggettivo, ma sicuramente non siamo stati capaci di segnare e vincere la partita. Complimenti al Genoa, che ha fatto la sua partita: aspettandoci prima di segnare. Purtroppo tutto è andato contro di noi. Fa male perdere punti come quelli che abbiamo perso oggi. Però, vedendo tutto, io sono comunque ottimista. Spero di recuperare la rosa perchè anche oggi eravamo molto corti. C’è da recuperare tanto. Con la squadra? Non ho parlato molto. Domani mattina avremo tempo per farlo. Loro sono dispiaciuti, come noi tutti. Con Lotito? Ho scambiato 2-3 parole, nulla di più”.

SENZ’ANIMA – “Non c’erano stasera, le possibilità materiali di giocare 3 partite di fila con la stessa formazione. Se stasera si vinceva, il discorso sarebbe stato tutto un altro. Loro ci hanno segnato con un solo tiro. Io ai miei ragazzi non ho nulla da recuperare”.

CARENZA DIFENSIVA – “Abbiamo fatto parecchi errori di ingenuità, di poca concentrazione. Anche sul secondo gol, è mancato l’intervento, il 10% in più di rabbia. Questo serviva per evitare il gol”.

ESPERIENZA ALLA LAZIO – “Io sono al secondo anno: per giocare a certi livelli ci vuole una certa continuità. Stasera abbiamo giocato bene, come contro la Fiorentina. Con qualche gol in più cambierebbe moltissimo la visione di noi tutti e della nostra Lazio”.

Cittaceleste.it

 


PETKOVIC CONFERENZA LAZIO GENOA 0 2 di cittaceleste

 

 

veeee


ROMA – In sala stampa, allo Stadio Olimpico, è arrivato alle 18.00, Vladimir Petkovic: “E’ sembrata la partita contro la Fiorentina, anche se oggi abbiamo avuto più occasioni da gol. C’erano rigori che potevano essere fischiati. Dopo l’1-0, al primo errore collettivo concesso nei 16 metri, è normale affrontare una squadra con 10 giocatori dietro la linea del pallone, pronta alle ripartenze. Ci voleva una rete per riaprire la gara, siamo molto rammaricati. I punti sono pesanti, ma non posso rimproverare la squadra”. Il rigore su Candreva: “Non ho visto tanto le immagini. Ho visto quello con la mano. Non ha fischiato il nostro, e il loro, arrivato in maniera bizzarra, si. Ci vuole un po’ di fortuna e ‘protezione’ per arrivare a far propria la gara in certe situazioni”

Quindici punti, classifica mediocre, con un solco dall’Europa: “No, la stagione non è compromessa. Ci sono tantissimi punti a disposizione. Ci sono squadre che sono sicuro avranno delle difficoltà. Pensiamo positivamente, ricominciando ad ottenere punti su tutti i campi. Spero arrivi anche un po’ più di fortuna”. Sembrava la Lazio non potesse mai segnare: “Abbiamo cercato con troppe individualità la via del gol, complicandoci la vita con un gioco poco veloce”. Come se ne esce: “Non penso che la squadra vada in campo allo stesso modo. Non sono d’accordo quando si dice che non abbiamo tirato fuori gli attributi. Se segnavamo eravamo superlativi. Servono solo i punti, si sa, e dobbiamo raccoglierli in fretta”.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy