SERVIZIO – Aspettando papà Senad – VIDEO

SERVIZIO – Aspettando papà Senad – VIDEO

Di Simone Ippoliti ROMA – E le brutte notizie non vengono mai da sole. La Lazio ha perso fiducia e lasciato per strada anche qualche pezzo importante. Dopo gli infortuni di Vinicius, Dias, Konko, Biava e di Novaretti e Radu rientrati in coppia nella noiosa trasferta in terra cipriota di…

Di Simone Ippoliti

ROMA – E le brutte notizie non vengono mai da sole. La Lazio ha perso fiducia e lasciato per strada anche qualche pezzo importante. Dopo gli infortuni di Vinicius, Dias, Konko, Biava e di Novaretti e Radu rientrati in coppia nella noiosa trasferta in terra cipriota di Europa League, in fila alla clinica Paideia si è aggiunto anche Senad Lulic. Una lesione muscolare di primo grado dell’adduttore della coscia sinistra è il fardello per il bosniaco. L’uomo che ha regalato l’immortalità alla città biancoceleste, si è fermato. Uno stop previsto di tre settimane che lo costringerà a saltare di sicuro altrettanti 3 match fondamentali come le due sfide casalinghe contro Cagliari e Genoa passando per San Siro contro il Milan.

 

Manca la sua spinta, mancano le sue discese che fanno strabuzzare gli occhi a Petkovic e ai tifosi laziali. Un anno speciale per lui. Prima l’investitura come Imperatore di Roma dopo il gol nella finale del 26 maggio, poi la qualificazione con la sua Bosnia ai prossimi mondiali in Brasile e infine, la cosa più bella, la nascita della figlia Lea. Lontano da Formello il buon Senad farà il papà a tempo pieno, ma la Lazio lo aspetta con ansia. Un momento di confusione fatto di tensioni tra il tecnico, la tifoseria e la società. Si è passati dalle stelle, alle stalle in questo limbo maledetto affetto da risultati negativi. Quella sicurezza trasmessa dal piede destro nella finale contro la Roma, sembra ormai svanita. Petkovic perde un uomo importante, uno dei più duttili che ha a disposizione. Con l’assenza di Radu infatti, il bosniaco ne aveva fatto le veci, snaturandosi un po’ e tirando il freno a mano per non accelerare troppo sulla corsia di sorpasso. All’inizio della prossima settimana – come riporta il comunicato ufficiale della S.S. Lazio – verranno ripetuti gli esami strumentali del caso che meglio delineeranno i tempi di recupero. Per ora, il buon Senad si è spogliato degli scarpini indossando le pantofole, godendosi insieme alla moglie, alla quale dedicò il gol nel derby, la sua piccola Lea, ascoltando di certo i consigli dati da Floccari e Radu, freschi di bebè anche loro.

Cittaceleste.it

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy