Marchetti e lo stop. La Lazio pensa a un portiere

Non si tratta di infortuni lunghi. Marchetti e Onazi sono guaribili in pochi giorni. Il nigeriano può essere convocato per Milano, il portiere salterà certamente la trasferta. I due biancocelesti ieri hanno effettuato gli accertamenti presso la clinica Paideia. Ecco il comunicato della Lazio: « Gli esami effettuati hanno evidenziato…

di redazionecittaceleste

Non si tratta di infortuni lunghi. Marchetti e Onazi sono guaribili in pochi giorni. Il nigeriano può essere convocato per Milano, il portiere salterà certamente la trasferta. I due biancocelesti ieri hanno effettuato gli accertamenti presso la clinica Paideia. Ecco il comunicato della Lazio: « Gli esami effettuati hanno evidenziato la presenza di una distrazione muscolare del bicipite femorale della coscia sinistra per Federico Marchetti, mentre hanno escluso lesioni muscolari in atto per Eddy Onazi ».

Il caso. Marchetti è un caso, non può essere altrimenti. S’è fermato alla vigilia di Lazio-Bassano, il match che l’avrebbe riconsacrato titolare, la sfida che l’avrebbe messo di fronte alla squadra della sua città. Conte aveva parlato con lui, era un momento d’oro. Alla fine è rimasto a casa, ha lamentato fastidi alla coscia sinistra e domenica mattina non è stato convocato. Era reduce da un precampionato perfetto (parole di Stefano Pioli), era pronto al rilancio, non ha spiccato il volo, è ricaduto. Problemi fisici, è sempre stata questa la versione ufficiale. Ma sono sorti nuovi dubbi, gli stessi che s’erano addensati nella seconda parte della scorsa stagione. Marchetti finì ko prima di alcune vigilie e Reja fu costretto a rinunciarci. Guai muscolari, insicurezze improvvise, si pensò a varie cose. Tanti stop fisici sono stati certificati, di certo non sono una consuetudine per i portieri. Cosa frena Marchetti? Sono le pressioni a condizionarlo? Le domande si ripetono, il dibattito coinvolge tutti, dentro e fuori Formello. Il futuro di Marchetti è di nuovo un rebus, ma il mercato è fermo. Non sono arrivate offerte, le sue condizioni spaventano gli interessati e in ogni caso deprezzano il cartellino (Lotito non vuole perdere l’investimento). Secondo alcuni esperti qualcuno potrebbe bussare alla porta della Lazio negli ultimi giorni della compravendita (si chiude l’1 settembre) per acquisire Marchetti a basso costo. Il caso merita una riflessione societaria. Berisha è un portiere affidabile, sarà promosso titolare a S.Siro, potrebbe mantenere il posto in futuro (chi avrebbe giocato contro il Bassano avrebbe giocato anche a Milano, erano questi i piani). Strakosha è un giovane interessante, ha talento, ma forse è ancora acerbo per fare il secondo. L’idea di acquistare un altro portiere (secondo o terzo che sia) non è peregrina. (Corriere dello Sport)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy