Cittaceleste.it
I migliori video scelti dal nostro canale

europei 2021

Svizzera, Petkovic: “La vittoria più bella della carriera? No, con i club…”

Petkovic

Il CT della Svizzera, Vlado Petkovic, ha rilasciato alcune dichiarazioni ieri sera in conferenza stampa dopo aver superato il turno ai danni della più quotata Francia ad Euro 2020

redazionecittaceleste

Il CT della Svizzera, Vlado Petkovic, ha rilasciato alcune dichiarazioni ieri sera in conferenza stampa dopo aver superato il turno ai danni della più quotata Francia ad Euro 2020. Nelle parole del CT svizzero si può rintracciare anche un velato riferimento alla Lazio e al 26 maggio. Quando il tecnico bosniaco era sulla panchina biancoceleste nello storico derby contro la Roma che valse la Coppa Italia 2013. A seguire le sue principali parole.

"Ieri sera è stata davvero emozionante. Tutti i ragazzi hanno dato il 120%. Sicuramente questa è una delle partite più importanti della squadra, una favola. Abbiamo scritto la storia della Svizzera. Se è la mia vittoria più importante da tecnico? Non lo so, ce ne sono anche altre quando allenavo i club. Ora però servirà un match simile anche ai quarti contro la Spagna. Dove purtroppo mancherà Xhaka squalificato, un vero peccato perché questa sera ha fatto molto bene".

La caduta degli dei, la Francia si scopre vulnerabile ed eliminata

 (Photo by Linnea Rheborg/Getty Images)

Il giorno dopo, l'eliminazione della Francia, sa di vera e propria caduta degli dei. A quanto pare anche i francesi sono vulnerabili, e non esiste una vera favorita in questo Europeo. Alzi la mano chi credeva nell'eliminazione dei blues, specialmente dopo il 3-1. E invece gli uomini di Petkovic hanno dimostrato che tutto è possibile. Caduta la grande favorita, adesso, tutto può succedere. Nessun traguardo è precluso ed è la dimostrazione che con un gruppo vero e tanto cuore si può arrivare lontano. Vale per l'Italiache però sulla propria strada si troverà quella che adesso diventa la favorita assoluta: il Belgio che si trova al primo posto del ranking mondiale FIFA. Il torneo è aperto, e questa ha tutte le sembianze per essere una finale anticipata o quasi. Difficile non gioire quando la grande favorita, tra l'altro storica rivale dell'Italia, viene fatta fuori. Ora però bisogna guardare a sé stessi e pensare che tutto può succedere.