• TUTTO SUL MERCATO DELLA LAZIO: DOVE? SUL CANALE 85 DELLA TUA TV! TI ASPETTIAMO!

ACCADDE OGGI: 1 ottobre 2017, Lazio – Sassuolo 6-1

ACCADDE OGGI: 1 ottobre 2017, Lazio – Sassuolo 6-1

L’1 ottobre 2017, la Lazio strapazza il Sassuolo con 6 gol, prima va sotto 0-1 nel finale del primo tempo la magia di Luis Alberto che cambia la storia della partita e della sua carriera. E’ l’inizio del divertimento di un campionato emozionante.

di redazionecittaceleste
Notizie Lazio, Milinkovic e Luis Alberto non funzionano

ROMA -Era l’1 ottobre 2017, la Lazio di mister Inzaghi arriva alla settima giornata contro il Sassuolo avendo perso solo una gara, 4-1 contro il Napoli in una gara sfortunata. I biancocelesti cominciano a far divertire i propri tifosi con belle prestazioni condite dai molti gol segnati, ben 13 in sei partite, ma la Lazio aveva forse il difetto di concedere troppo in difesa, infatti aveva subito 8 gol fino a quel punto della stagione. Il primo tempo si apre con un’occasione per il Sassuolo, che però non concretizza, ma al 27′ Matri va giù in area laziale dopo un contatto dubbio con De Vrij, l’arbitro Maresca non ha dubbi ed assegna il calcio di rigore ai neroverdi, Berardi segna e il Sassuolo è avanti all’Olimpico, 0-1. La Lazio sembra bloccata e impaurita dello svantaggio, ma allo scadere del primo tempo ci pensa Luis Alberto a rimettere le cose a posto, con un calcio di punizione d’autore al 46′ che si infila sotto l’incrocio dei pali, battendo l’incolpevole Consigli, una vera e propria magia quella dello spagnolo, da posizione anche piuttosto defilata, sorprende tutti infilando la palla sotto il sette, nasce la stella Luis Alberto il gol che probabilmente ha cambiato la sua storia in biancoceleste, 1-1 e squadre negli spogliatoi. La ripresa è tutta un’altra storia, la Lazio è stata scossa dal gol segnato, al 56′ allunga con il colpo di testa dell’olandese Stefan De vrij su calcio d’angolo, 2-1, ma è solo l’inizio dello show delle aquile, infatti poco dopo al 58′ Luis Alberto approfitta di un’ uscita di Consigli per smarcarlo e depositare in rete il gol del 3-1 e siglare la sua doppietta personale. La Lazio non si ferma più, al 64′ e al 69′ Parolo con due tap-in vincenti fa doppietta e porta il risultato sul 5-1, chiude i giochi Ciro Immobile su calcio di rigore all’ 81′, siglando il 6-1. Una Lazio senza freni abbatte il Sassuolo, con un risultato rotondo e si rivela ancora una volta macchina da gol con 19 gol segnati in 7 partite di campionato, è una Lazio divertente e spettacolare dal punto di vista del gioco. Semplicemente la Lazio di Simone Inzaghi.

LAZIO: Strakosha, Patric, de Vrij (67′ Luiz Felipe), Radu (86′ Mauricio), Marusic, Parolo, Leiva, Milinkovic-Savic, Lulic, Luis Alberto (72′ Nani), Immobile. A disposizione: Vargic, Guerrieri, Lukaku, Di Gennaro, Murgia, Jordao, Palombi, Caicedo. Allenatore: S. Inzaghi.

SASSUOLO: Consigli, Letschert (21′ Peluso, 43′ Mazzitelli), Cannavaro, Acerbi, Lirola, Missiroli (59′ Politano), Sensi, Duncan, Adjapong, Berardi, Matri. A disposizione: Pegolo, Marson, Gazzola, Rogerio, Biondini, Cassata, Falcinelli, Scamacca, Ragusa. Allenatore: Bucchi.

Arbitro: Sig. Maresca di Napoli – Assistenti Sigg. Bindoni e Prenna – Quarto uomo Sig. Sacchi – V.A.R. Sig. Guida – A.V.A.R. Sig. Saia.

Marcatori: 27′ Berardi (rig), 45’+1′ Luis Alberto, 56′ de Vrij, 58′ Luis Alberto, 64′ Parolo, 69′ Parolo, 81′ Immobile (rig).

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy