• TUTTO SUL MERCATO DELLA LAZIO: DOVE? SUL CANALE 85 DELLA TUA TV! TI ASPETTIAMO!

ACCADDE OGGI: 30 ottobre 2011, Cagliari – Lazio 0-3

ACCADDE OGGI: 30 ottobre 2011, Cagliari – Lazio 0-3

Il 30 ottobre 2011, la Lazio vince in maniera netta, 0-3 al Sant’Elia di Cagliari,campo da sempre molto ostico, e balza al secondo posto a -1 dalla Juventus, Tommaso Rocchi fa 100.

di redazionecittaceleste

Di Cristian Cordone

Era il 30 ottobre 2011, la Lazio di Edy Reja in piena corsa Champions League, affronta allo Stadio Sant’Elia, nella decima giornata del campionato di Serie A il Cagliari di Massimo Ficcadenti. I Sardi stanno facendo un buon campionato rispetto alle aspettative, e si trovano al nono posto in classifica. La Lazio arriva dal successo esterno contro il Bologna e il pari in casa contro il Catania, il cagliari invece da due pareggi consecutivi contro Cesena e Napoli. Al 2’ minuto è subito il Cagliari a mettere paura alla Lazio, sul calcio d’angolo battuto da Cossu, sponda di testa di Canini per Ariaudo che da due passi spara alto, graziando la Lazio. Al 21’ risponde la Lazio, azione manovrata di Hernanes che dal limite dell’area di rigore appoggia a Ledesma, il quale fa partire una saetta di destro che però si spegne al lato di un soffio. Minuto numero 30, ancora dai piedi di Cossu che mette un cross dalla fascia sinistra, sul quale Thiago Ribeiro di testa non inquadra il bersaglio grosso. La Lazio soffre la velocità del Cagliari, al 39’ bella discesa di Brocchi che serve Cissè all’altezza della lunetta dell’area di rigore, il francese appoggia all’accorrente Lulic che disegna un arcobaleno di destro e batte Agazzi per il gol dello 0-1, Lazio in vantaggio e secondo gol in maglia biancoceleste per il centrocampista bosniaco. Al 42’ brutta palla persa da Hernanes a centrocampo, ne approfitta Nainggolan che con un destro potente da fuori area mette i brividi a Marchetti, palla larga non di molto. Minuto numero 44, la Lazio risponde allo spavento a modo suo, Radu fa quello che vuole sulla sinistra, allarga dalla parte opposta per Cissè che di prima crossa in area di rigore, dove non manca all’appuntamento Miroslav Klose, il panzer con un tuffo di testa da vero cacciatore di gol mette il pallone in rete, gol dello 0-2, azione bellissima della Lazio che va a riposo con il doppio vantaggio. Il secondo tempo comincia sulla falsa riga del primo, al 61’ sul corner battuto da Cossu, Ibarbo anticipa tutti i difensori della Lazio e di testa indirizza verso la porta, Marchetti blocca. Il Cagliari non ci sta, al 77’ sul cross di Agostini dalla sinistra, Thiago Ribeiro prende l’ascensore, colpisce di testa ma il pallone finisce incredibilmente sul fondo. Il Cagliari spara a salve la partita sembra non aver più nulla da dire, la Lazio è in vantaggio e non ha nessun interesse a rischiare in avanti, tranne un calciatore biancoceleste, Tommaso Rocchi, entrato a 6 minuti dalla fine con un solo scopo, segnare un gol che significherebbe un traguardo importante e storico. E’ il minuto numero 88’ la partita è agli sgoccioli, c’è un calcio di punizione per la Lazio dalla trequarti. Sul pallone c’è Cristian Ledesma, il suo sguardo tagliente incontra lo sguardo felino di Rocchi, che mima con la testa il movimento che vorrebbe compiere, la fame di gol è troppa per rinunciare, anche sullo 0-2 a favore. Ledesma annuisce e come da copione lascia partire un cross pennellato, proprio sulla testa di Tommaso Rocchi, che colpisce anticipando Biondini, il pallone viene deviato da Agazzi sulla traversa, sembrava una maledizione, ma la sorte ha voluto che la sfera sulla respinta tornasse immediatamente a disposizione del bomber veneziano, che con il destro gonfia la rete, è gol, si la palla è in rete e lo 0-3 passa in secondo piano. La gioia è tutta per lui, Tommaso Rocchi segna il gol numero 100, con la maglia della Lazio, un traguardo storico che lo fa entrare di diritto nelle classifiche dei migliori bomber biancocelesti, lasciando un segno indelebile nella sua carriera e nella storia della Lazio. La Lazio vince in maniera netta 0-3, subisce qualcosa in difesa, ma la Lazio di Reja è squadra granitica, che soffre, sa aspettare e colpisce, ma senza dominare, cinica e pragmatica, questa è l’impronta del tecnico di Gorizia. La Lazio consolida il suo secondo posto in classifica ad un solo punto dalla Juventus capolista.

CAGLIARI: Agazzi, Pisano (69′ Perico), Canini, Ariaudo, Agostini, Biondini, Nainggolan, Ekdal (54′ Ibarbo), Cossu, Nenè, Thiago Ribeiro (86′ Larrivey). A disposizione: Avramov, Gozzi, Rui Sampaio, Serpellini. Allenatore: Ficcadenti.

LAZIO: Marchetti, Konko, Diakite, Dias, Radu, Brocchi (68′ Cana), Ledesma, Lulic, Hernanes (77′ Sculli), Cisse (84′ Rocchi), Klose. A disposizione: Bizzarri, Scaloni, Zauri, Kozak. Allenatore: Reja.

Marcatori: 38′ Lulic, 43′ Klose, 88′ Rocchi

Arbitro: Sig. Mazzoleni di Bergamo – Assistenti Sigg. Padovan e Passeri – Quarto uomo Sig. Gava.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy