• TUTTO SUL MERCATO DELLA LAZIO: DOVE? SUL CANALE 85 DELLA TUA TV! TI ASPETTIAMO!

Atalanta, Gasperini: “Temo la Lazio. Ranieri? Ci ha voluto mettere pressione”

Atalanta, Gasperini: “Temo la Lazio. Ranieri? Ci ha voluto mettere pressione”

Le parole di Gian Piero Gasperini nella conferenza stampa della vigilia di Lazio-Atalanta

di redazionecittaceleste

ROMA – Come da programma Gian Piero Gasperini, tecnico dell’Atalanta, si è presentato in conferenza stampa per presentare la sfida di domani contro la Lazio.

 

Ecco come si è espresso alle varie domande rivoltegli dai giornalisti presenti in sala stampa.

La partita di domani è una prova generale per la Coppa Italia?

“Non c’entra nulla con la Coppa, questa sfida ha tutti gli obiettivi del campionato. A quattro partite dalla fine con una classifica così corta è una questione di singola partita. Quella che sarà la Coppa Italia è una gara a sé, la gara di domani sarà una partita che fa parte di un mini-campionato. In palio c’è tutto, obiettivi che interessano a molte squadre coinvolte. Noi viviamo lo stesso, ma ci teniamo comunque. Gli aspetti economici sono una cosa, quelli sportivi sono un’altra”.

La squadra come sta?

“Siamo usciti da un periodo che ci ha dato molto. Stiamo tutti bene, non ci sono stati problemi questa settimana. A parte l’infortunio di Toloi, sappiamo tutti che ha finito la stagione. Barrow sta recuperando bene anche lui, Gosens sta bene. Anche Ilicic sta recuperando”.

La Lazio contro le grandi ha perso, ma fa bene in contropiede.

“La Lazio ha le sue caratteristiche e che conosciamo, li abbiamo affrontati parecchie volte durante questi anni. È una partita attesa, la vittoria di Genoa li ha rilanciati in classifica. Noi abbiamo un vantaggio sulla Lazio, ma come detto queste partite sono importanti. Per noi è una sfida da giocare al meglio delle nostre possibilità. I traguardi sono tutti raggiungibili, sono cose che ormai diciamo da settimane, ma quando ti avvicini alla fine del campionato le percentuali si riducono”.

Qual è la ricetta giusta per rimanere lucidi, visto che la Lazio segna spesso nei minuti finali?

“Segnare prima (ride, ndr). La partita va preparata sotto tutti gli aspetti. La cosa più importante è giocare, in quella zona di classifica ci sono molte squadre e bisogna pensare a giocare”.

Come giudica le parole di Ranieri nella conferenza di ieri?

“Credo che abbia voluto mettere un po’ di veleno. Siamo noi l’obiettivo. Siamo noi i veri parafulmini per le critiche che arrivano da tutte le parti. Si accendono le polemiche, a noi non ci resta che giocare”.

Come ha reagito al pareggio di Ronaldo?

“Penso sia normale guardare le altre. Giustamente sono tutti lì con le freccette, ma devono fare bene. Ma questo è livello di questo finale, ma io non la prendo in modo offensivo. Noi abbiamo le nostre forze, non vogliamo entrare in questi meccanismi. Se facciamo bene non sarà facile per le altre”.

Qual è la squadra che teme di più nella corsa Champions League?

“Domani temo la Lazio, visto che c’è anche la finale. Sono due partite che possono segnare molto la stagione. Non saranno solo quelle, per il campionato conteranno tutte da lì alla fine. Conta sempre l’avversario che si va ad affrontare”.

Quale squadra secondo lei ha il turno più difficile in questa giornata?

“Il campionato è difficile, tra la Champions e l’Europa League ci potranno essere due o tre punti di distacco. Si passa dal niente al massimo. Di fatto è difficilissimo per tutte, ho visto che in queste giornate non è semplice. Vincerle tutte? Lo ha fatto soltanto la Juventus. Si va sempre a guardare dove si è perso dei punti, se siamo tutte lì l’equilibrio è altissimo. Tutte le squadre giocano, questo è l’aspetto positivo del nostro campionato. Anche quelle che non hanno un obiettivo determinante”.

 

DAL 2 MAGGIO CITTACELESTE TV LA TROVI SUL CANALE 85 DEL TUO DIGITALE TERRESTRE. RISINTONIZZA I CANALI E RESTA CONNESSO H 24 AL MONDO LAZIO!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy