• LE ULTIME NOTIZIE SULLA LAZIO? TUTTO IN DIRETTA SUL CANALE 85 DELLA TUA TV! TI ASPETTIAMO!

Camolese: “Il sorteggio per la Lazio poteva andare meglio, ma il girone è alla sua portata”

Camolese: “Il sorteggio per la Lazio poteva andare meglio, ma il girone è alla sua portata”

Ecco le sue parole

di redazionecittaceleste

ROMAGiancarlo Camolese, ex centrocampista biancoceleste, è intervenuto oggi ai microfoni di Lazio Style Radio. Sul sorteggio di Europa League, ha detto: “Il sorteggio per la Lazio poteva andare meglio. Il girone comunque è alla sua portata, le squadre da affrontare sono buone ma se i biancocelesti giocheranno come sanno passeranno il turno. Il Nizza è una buona squadra, ha perso molti giocatori, però ci sono Balotelli, Sneijder e un buon allenatore come Favre. Il Vitesse è partito bene nel suo campionato, ma siamo all’inizio: tra le sue fila ha Castaignos, ex Inter. Giocare contro squadre olandesi e belga è difficile: i primi puntano sulla tecnica unita alla fisicità, i secondi puntano tanto sulla tattica. Può essere uno stimolo per la Lazio questo girone, visto anche l’inizio felice con la vittoria in Supercoppa. Atalanta? Quando un girone è molto equilibrato, come quello dell’Atalanta, è dura non solo per gli orobici ma per tutte”.

Poi, sulla sfida contro il Chievo: “Siamo all’inizio e il campionato si deve assestare, per dare giudizi sulle squadre meglio aspettare 8-10 partite. Domenica comunque sarà una bella gara: il Chievo è molto solido ed esperto. Per la Lazio è l’occasione per recuperare i punti persi domenica scorsa contro la Spal. Al momento però i biancocelesti devono recuperare i pezzi migliori: Keita è ai box, Felipe Anderson è infortunato. Con il mercato si devono risolvere tutti i piccoli problemi che il gruppo si porta dietro fino all’inizio del campionato. Comunque la Lazio ha già mostrato caratteristiche di solidità e spirito di gruppo, poi importanti sono quei giocatori in grado di dare quel qualcosa in più come Immobile e Felipe Anderson”.

Infine, sul mercato: “Un giocatore che sappia dialogare con Immobile sarebbe importante. Si deve dare un’alternativa nella ricerca della profondità e non lasciare tutto il lavoro soltanto all’attaccante campano. Le caratteristiche di Keita si sposavano benissimo con quelle di Ciro e credo che un eventuale sostituto deve essere individuato su questa falsariga”.

Cittaceleste.it

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy