Cittaceleste.it
I migliori video scelti dal nostro canale

gazzanet

De Vrij sì, de Vij no: la Lazio ripensa a Rodrigo Caio

Malgrado i tentativi il rinnovo dell'olandese tarda ad arrivare, così torna in auge il nome del centrale verdeoro...

redazionecittaceleste

di Lorenzo Ottaviani

ROMA - Dopo essersi lasciata alle spalle la sconfitta nel derby, i biancocelesti di Inzaghi iniziano ad affrontare le nuove sfide che gli si parano davanti. Prima la sfida europea contro il Vitesse, poi il complicato match contro la Fiorentina all’Olimpico domenica prossima. Partite che serviranno per ripartire dopo lo stop nella stracittadina e far tornare entusiasmo nell’ambiente laziale che, dopo il 2-1 di sabato scorso, sembra essersi leggermente raffreddato. Ma gli impegni e i patemi d’animo non sono esclusivamente relativi al campo per i capitolini, infatti il Comandante della propria retroguardia Stefan de Vrij non ha ancora rinnovato il proprio contratto e, se la situazione dovesse rimanere invariata, a gennaio potrà decidere di firmare con chi vuole, lasciando la Lazio non solo orfana del forte difensore olandese, ma anche con un pugno di mosche in mano.

PILASTRO ‘ORANGE’

Molto probabilmente gli errori di Bastos nel derby lui non li avrebbe commessi. L’ex-Feyenoord ha dimostrato in più di un’occasione di essere un centrale molto affidabile, dotato di un piede da centrocampista e di una notevole capacità nel guidare la difesa con autorità. Le paure dei laziali quindi sono condivisibili: e se de Vrijdovesse andarsene? Sarebbe un duro colpo difficile da sopportare o si riuscirà a prendere un calciatore di livello che riuscirà a non farlo rimpiangere? Queste domande frullano nella testa dei tifosi e non solo, perché il mercato di riparazione si avvicina a passi svelti e non ci si può far trovare impreparati. Servirà capire se il rinnovo potrà andare in porto o se invece bisognerà investire su un nuovo difensore titolare. Un profilo di tecnica e personalità che potrebbe essere adeguato al compito è una vecchia conoscenza.

OGGETTO DEL DESIDERIO

Proprio per le sue qualità nell’impostare l’azione da dietro, nonché per le abilità difensive, uno dei nomi che frullano da tempo per la testa di Igli Tare è quello di Rodrigo Caio. Il brasiliano classe ’93 sembrava vicinissimo alla Lazio la scorsa estate, ma poi de Vrij restò e non se ne fece più nulla. Il centrale del San Paolo può giocare anche come centrocampista arretrato oltre che come centrale di difesa, il che potrebbe fornire anche una soluzione tattica in più a mister Inzaghi, che potrebbe schierarlo anche al posto del connazionale Lucas Leiva. La società dovrà decidere se tentare l'affondo definitivo per Rodrigo Caio, per il quale probabilmente serviranno più dei 9 milioni che riporta Transfermarkt. Intanto queste le ultime da Formello, dove mister Inzaghi sceglie di affidarsi alla qualità di Luis Alberto per fronteggiare il Vitesse: CONTINUA A LEGGERE

Potresti esserti perso