Ecuador, Caicedo contro la Federazione: “Mi sono ucciso per la nazionale”

L’attaccante della Lazio Felipe Caicedo risponde ad un post su twitter della Federazione della nazionale dell’Ecuador

di redazionecittaceleste

ROMA – L’attaccante della Lazio Felipe Caicedo ha lasciato da tempo la nazionale dell’Ecuador. I tifosi del tricolor hanno sempre sperato in un suo ripensamento. Ma il 20 biancoceleste è fermo sulla sua decisione, e l’ultima conferma è arrivata prima del match contro il Rennes.

Le parole di Caicedo sulla nazionale sono arrivate in Sud America, ed hanno provocatola reazione di Francisco Egas, presidente della FEF: “Chi non vuole far parte della Nazionale non sarà chiamato. Giocheranno solo i calciatori disposti ad uccidersi per la maglia dell’Ecuador“. Nella serata di ieri non si è fatta attendere la replica del Panterone: “Ho passato 15 anni a difendere e uccidermi per la maglia della Nazionale, nessuno può insegnarmi come si fa“. In fine diretto contro Egas: “Tu mi vuoi dare lezioni? E tu muori per i tuoi giocatori signor presidente? Perché accusi solo alcuni e non altri?“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy