• TUTTO SUL MERCATO DELLA LAZIO: DOVE? SUL CANALE 85 DELLA TUA TV! TI ASPETTIAMO!

ESCLUSIVA – Rolando Bianchi: “La mia nuova vita tra Dazn e i cavalli. Chi mi ha stupito della Lazio? Radu e su Icardi…”

ESCLUSIVA – Rolando Bianchi: “La mia nuova vita tra Dazn e i cavalli. Chi mi ha stupito della Lazio? Radu e su Icardi…”

Ronaldo Bianchi, ex attaccante tra le altre di Lazio, Manchester e Torino si racconta – in esclusiva – ai nostri microfoni

di redazionecittaceleste

Di RAMONA MARCONI

Arriva alla Lazio nel 2008, durante il mercato di riparazione, con la formula del prestito con diritto di riscatto.

eccezzzionale

Fa il suo esordio proprio contro la sua ex squadra, il Torino, il 27 gennaio. Con i biancocelesti collezionerà 17 presenze mettendo a segno 4 gol. Ronaldo Bianchi, ex attaccante tra le altre di Lazio, Manchester e Torino si racconta – in esclusiva – ai nostri microfoni.

Corsa al quarto posto ricca di pretendenti. Come la vedi? Anche il terzo posto è ancora da decidere…

Corsa molto combattuta perchè ci sono squadre ben organizzate. Per me la squadra che non va sottovalutata è l’Atalanta, perchè l’ho vista giocare bene e con continuità. Difficile anche da staccare in classifica. E’ un campionato molto combattuto in quella zona di classifica

Che idea ti sei fatto della Lazio di Inzaghi? Punti di forza? Cosa c’è da migliorare?

A me Inzaghi piace molto: è un allenatore giovane che ha un modo di allenare che a me piace. Mi piace il modo in cui sa comunicare e trasmettere ai giocatori le proprie idee. La squadra gioca bene, ha il suo modo di concepire il calcio, di aggredire l’avversario ed è una squadra con grandi valori nei singoli.

Da attaccante, come te lo spieghi che Immobile, quest’anno,  faccia più fatica a segnare?

Non tutte le annate possono essere uguali e anche Ciro inizia ad avere qualche anno nelle gambe. Ci sta che un anno hai bisogno di tirare un po’ il fiato, ma comunque, per me, ha patito il fatto che Luis Alberto e Milinkovic Savic abbiano fatto un po’ fatica in questa stagione. Anche per loro non è stato facile.

Chi ti ha stupito di più della Lazio quest’anno?

Mi ha stupito Radu. Faccio i complimenti a Stefan. Io ho giocato con lui nella Lazio ed è stato tanti anni a Roma, è diventato un simbolo per i laziali. E’ un bravissimo ragazzo e professionista esemplare. Alla sua età sta rendendo molto bene e spero continui a farlo perchè è un giocatore che merita.

E in Serie A? Quale squadra ti sta stupendo e quale giocatore in particolar modo?

In Serie A mi stanno stupendo il Parma e l’Atalanta. Mi ha stupito molto Gervinho.

Barella, Simeone, Chiesa, Zaniolo e gli altri: quale giovane ti sta impressionando di più?

Su tutti mi sta stupendo Chiesa, che ha un potenziale enorme e ha delle grandi qualità. E’ un giocatore che può diventare un perno della nostra nazionale.

La tua idea sulla vicenda Icardi?

Sono situazioni che devi vivere personalmente per poterle giudicare. Io penso che l’Inter l’abbia gestita un po’ male, perchè sempre del capitano si sta parlando. Finchè i risultati ti sorreggono ok, ma in caso contrario, può diventare un boomerang, un attacco così diretto a un giocatore è difficile da gestire. Se perdi due partite, poi, diventa un problema.

Dopo l’impresa della Juve contro l’Atletico, credi che questa squadra possa vincere la Champions?

Non sarà facile per la Juve però l’impresa contro l’Atletico ha dimostrato che è tutto possibile. E’ una squadra che ha grandi individualità e bisogna fare i complimenti ad Allegri perchè riesce sempre ad impostare le partite nel miglior modo possibile.

Quale squadra ti è rimasta particolarmente nel cuore? Un tuo ricordo?

Io sono legato a tutte le squadre dove ho giocato perchè ogni maglia l’ho sempre sentita mia e ho sempre cercato di dare il massimo in ogni situazione. Poi è normale che ho più legame con le squadre dove sono stato più tempo: parlo di Torino, Reggina. Ma tutte le squadre dove ho giocato mi hanno sempre apprezzato per la professionalità e questo per me vuole dire molto.

Cosa stai facendo ora?

Sto facendo il talent per DAZN, ho fatto il corso di direttore sportivo, farò il corso Uefa, ho già fatto il corso Uefa B per allenare. Diciamo che mi sto preparando e ho grande motivazione. Mi piacerebbe togliermi molte soddisfazioni anche da allenatore. Inoltre sto seguendo l’attività della mia famiglia. Noi abbiamo un allenamento di cavalli, una produzione di vini. Abbiamo delle attività dove mi sto divertendo molto.

Schermata 2019-03-22 alle 11.56.01 Schermata 2019-03-22 alle 11.55.53

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy