• TUTTO SUL MERCATO DELLA LAZIO: DOVE? SUL CANALE 85 DELLA TUA TV! TI ASPETTIAMO!

Lazio, Inzaghi : “Sei finali per noi. E’ un obbligo provare a qualificarci”

Lazio, Inzaghi : “Sei finali per noi. E’ un obbligo provare a qualificarci”

Al Ferraris di Genoa, la Lazio di Simone Inzaghi affronterà la Sampdoria per tentare l’affondo al quarto posto. Il tecnico biancoceleste ha preparato il match in conferenza stampa

di redazionecittaceleste

ROMA – Al Ferraris di Genoa, la Lazio di Simone Inzaghi affronterà la Sampdoria per tentare l’affondo al quarto posto. Il tecnico biancoceleste ha preparato il match in conferenza stampa:

Cosa aspettarsi da queste ultime 5 partite?

“Noi dobbiamo pensare di giocarci 6 finali, compresa la Coppa Italia. Saranno partite non semplici, da interpretare nel migliore dei modi. Punteremo a vincere la Coppa e a qualificarci in Champions”.

Due Lazio diverse viste contro il Milan e contro il Chievo: come mai?

“Contro il Chievo abbiamo commesso un’ingenuità che abbiamo pagata cara, rimanendo da subito in 10. Siamo fiduciosi per il finale di stagione. Faremo la terza finale in tre anni. Nel girone d’andata succedeva il contrario, facevamo risultati con le piccole. È difficile trovare una spiegazione. Su quattro partite a San Siro ne abbiamo vinte tre per esempio, non ci aspettavamo un calo in altre situazioni ma siamo un gruppo che vuole andare avanti e che ha giocato 50 partite per il terzo anno consecutivo. Adesso subito la testa a domenica, ce la vediamo con una squadra ben allenata e con grandi individualità.”

Troppi punti persi con le piccole… 

Dopo vittoria con l’Inter, abbiamo commesso l’errore di calare la concentrazione e ne abbiamo pagato a livello psicologico. Mi ero raccomandato di non farlo. Non deve succedere a una squadra matura come la nostra, non dobbiamo mollare un centimetro.

Situazione infortuni.

Durmisi non ci sarà, ha un risentimento. Berisha e Radu non ci saranno, così come Lukaku, Luis Alberto e Milinkovic-Savic. Cercheremo comunque di fare una grande partita, ho qualche dubbio davanti. Ho tre giocatori che stanno facendo bene, Correa e Immobile sono un po’ stanchi. In difesa c’è Wallace che sta tornando a buoni livelli, negli ultimi 15 giorni si è allenato a pieno regime”.

Come giudica il momento di Immobile? “L’avevo già detto che non bisogna guardare le sue prestazioni in base ai gol. Ha fatto una grandissima partita in fase di non possesso, ha aiutato e fatto l’assist decisivo. Ha giocato tanto e bisogna guardare le sue condizioni, sembra che abbia recuperato bene, così come Correa. Ho l’obbligo di gestire, Caicedo sta bene e mi dà sempre ottime risposte. Devo fare le scelte più giuste”.

Ha mai pensato al tridente pesante? “Ci ho pensato, si può adottare questa soluzione. Domani però potrebbe giocare Cataldi con Leiva e Parolo, ma anche Badelj può fare la mezzala”. Meglio la finale in mezzo al campionato? “Avrei preferito giocarla alla fine, una partita importante e bella da vivere è meglio giocarla a campionato concluso. Potrebbe lasciare delle ripercussioni sulle due squadre ma ormai il calendario è fatto” 15.12 –Termina la conferenza di Inzaghi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy