• TUTTO SUL MERCATO DELLA LAZIO: DOVE? SUL CANALE 85 DELLA TUA TV! TI ASPETTIAMO!

Lazio, Anastasi: “Vietato sbagliare col Milan”

Lazio, Anastasi: “Vietato sbagliare col Milan”

Il noto giornalista e tifoso della Lazio, Filippo Anastasi, ha parlato del momento della squadra di Inzaghi e della prossima partita con il Milan

di redazionecittaceleste

ROMA – Il noto giornalista e tifoso della Lazio, Filippo Anastasi, ha parlato del momento della squadra di Inzaghi e della prossima partita con il Milan.

eccezzzionale

Queste le sue parole ai microfoni di Lazio Style Radio: “Nella partita contro il Milan è decisivo non perdere, secondo me abbiamo due risultati a disposizione. Abbiamo buttato troppi punti in malo modo, adesso non è il momento di sbagliare. Comunque c’è troppo interesse mediatico sull’arbitraggio, il Milan non dovrebbe dimenticare di aver segnato di mano contro di noi l’anno scorso. A mio parere è giusto sospendere gli arbitri “a tempo” dopo errori evidenti, certo è che Giacomelli l’anno scorso andava fermato per almeno 3 mesi, e invece adesso Fabbri paga perché ha sbagliato contro il Milan. Chi invece ha protestato per il rigore dato alla Lazio ha fatto un brutta figura, l’ha detto anche lo stesso Rizzoli ieri”.

Sul pareggio con il Sassuolo”Non vorrei passare per disfattista ma la beffa col Sassuolo ce la siamo cercata perché la formazione era sbagliata, quando sono entrati Milinkovic e Correa è cambiata la partita. Gli emiliani erano pieni di riserve e noi dovevamo approfittarne mettendo i titolari in campo, ma in ogni caso andava ripresa passando a 4 dietro e mettendo ad esempio Neto per Caicedo, che ha giocato male. Rispetto alla partita con la SPAL la Lazio ha prodotto di più ma deve essere cinica, piuttosto che guardare i video io mi eserciterei nei tiri in porta di prima. Badelj è troppo lento, meglio Parolo o Cataldi a fare i registi. I giocatori non mancano ma non bisogna sbagliare la formazione, anche Romulo deve giocare”.

Su Immobile “Non mi sta bene che tutti diano le colpe ad Immobile, dopo che è stato osannato per anni adesso secondo alcuni disfattisti è diventato scarso. In questo caso la nazionale è stata deleteria, Ciro non sente la fiducia del CT e si è innervosito. Immobile è un grande giocatore e lo dimostrerà”.

Sulle gare che dovranno affrontare i biancocelesti: “Temo di più l’Udinese, sono convinto che a Milano andranno col coltello tra i denti. Le squadre come il Sassuolo, che non hanno più problemi di classifica, sono tranquille e giocano bene. L’Udinese quando la incontreremo potrebbe essere in buona posizione e quindi potrebbe creare problemi, bisogna far giocare i titolari. Al contrario il Milan può solo vincere ed è maggiormente sotto pressione. La classifica è molto corta e tutti gli obiettivi si possono ancora raggiungere, ma non si possono fare più passi falsi”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy