Lazio – Eintracht Francoforte, le pagelle del direttore Stefano Benedetti

Ecco le pagelle del direttore

di redazionecittaceleste

ROMA – Come al solito, anche oggi al termine del match fra Lazio e Eintracht Francoforte, il direttore di Cittaceleste.it Stefano Benedetti direttamente dall’Olimpico ci ha inviato le sue pagelle. Eccole:

Proto: 5 Al 13esimo minuto rischia di commettere una bruttissima figura lasciandosi sfuggire il pallone dalle mani nel cuore dell’area piccola. Si ripete qualche minuto più tardi cercando la deviazione con i pugni su un cross che avrebbe potuto tranquillamente bloccare con le mani. Può ben poco sul grandissimo gol di Gacinovic. Avrebbe potuto fare decisamente meglio sul secondo gol. Resta il fatto che quando gioca Proto la Lazio subisce sempre gol.

Bastos: 5 Attento, ma sono nel primo tempo. Gioca un inizio di gara discreto e privo di grandi emozioni. Fa il suo e lo fa bene. Corre, marca stretto l’uomo e imposta il gioco. Non bene il secondo tempo. Come sempre, anche oggi avrebbe potuto fare molto meglio. La sua prestazione è insufficiente.

Luiz Felipe: 5 Viene schierato da Inzaghi al centro della difesa. Al suo posto viene spesso preferito Wallace ma Luis Felipe soprattutto nel primo tempo, ha fatto capire a Inzaghi di essere pronto anche per il campionato. Protagonista in positivo, nel cuore del primo tempo, nell’anticipare Haller che senza il suo intervento si sarebbe potuto trovare solo davanti a Proto. Esegue un altro grandissimo intervento difensivo al 60esimo salvando il momentaneo vantaggio biancoceleste. Al 64esimo si riconferma protagonista in maniera decisiva con un altro fantastico intervento. Purtroppo al 70esimo è riuscito a rovinare tutto ciò che di positivo aveva fatto durante la partita commettendo un errore imbarazzante che è costato il vantaggio della squadra tedesca.

Acerbi: 6,5 Ci sono poche certezze nella vita e una di queste è quella di vedere giocare Acerbi dal primo minuto. Questa volta Inzaghi ha ritenuto più opportuno schierarlo nella parte sinistra della triade difensiva. Propone e difende con grinta e tenacia. Particolare il fatto di vederlo molto spesso accompagnare la manovra offensiva della Lazio sul lato sinistro, quasi a farlo diventare un’ala. Anche oggi è il migliore in campo.

Caceres: 5 nel primo tempo si vede pochissimo ma forse non per colpa sua. Le manovre offensive sia della Lazio che dell’Eintracht si sviluppano in una parte del campo lontana dalla sua zona di competenza. Gioca una primo tempo sottotono e il secondo tempo non è da meno. Una prestazione decisamente insufficiente. Al suo posto viene schierato il giovanissimo Rossi.

Murgia: 5 al 35esimo viene lanciato a rete con un pallone millimetrico ma il testa a testa in velocità con il suo avversario lo ha visto decisamente in ritardo. Gioca anche lui, come i suoi compagni, un primo tempo sotto tono. Negli spogliatoi però qualcosa cambia e Murgia torna in campo con la grinta giusta. Rincorre ogni pallone senza mollare mai.

Cataldi: 5,5 questa sera è lui a capitanare la squadra. Inzaghi gli ha affidato le redini del centro campo. Ha svariato molto per il centrocampo mettendosi a disposizione della squadra senza mai trovare il guizzo vincente. Non gioca male ma può fare decisamente meglio.

Berisha: 5 si vede pochissimo. Cerca di darsi da fare davanti alla difesa della squadra biancoceleste ma non riesce ad essere incisivo sfiorando quasi l’assenza ingiustificata. Nel secondo tempo la sua prestazione non cambia tant’è che Inzaghi decide di sostituirlo facendo entrare al suo posto Lulic.

Durmisi: 5 gioca un primo tempo decisamente insufficiente, al di sotto delle aspettative. Nel secondo tempo cambia tutto. Cambia il ritmo della partita, l’atteggiamento di tutta la squadra e soprattutto quello di Durmisi. Al 67esimo si divora un gol già fatto. Solo davanti al portiere non è riuscito a sfruttare l’occasione che avrebbe potuto riportate la Lazio in vantaggio.

Luis Alberto: 6 al 26esimo il primo squillo dei biancocelesti arriva proprio con un suo piattone destro. Aveva cercato la prodezza, peccato non gli sia riuscita. Gioca da fermò e a intermittenza alternando buone giocate ad altre che avrebbe potuto interpretare in maniera differente. Un primo tempo non all’altezza della situazione. Qualcuno dovrebbe dirgli che a volte è meglio una giocata semplice ma efficace piuttosto che un virtuosismo inutile. Tornati in campo nel secondo tempo, al 55esimo serve un bellissimo assist per Correa che solo davanti al portiere non sbaglia. È 1-0! Il secondo tempo è tutta un’altra storia, decisamente meglio.

Correa: 6 è il più reattivo tra i suoi compagni. Al 30esimo del primo tempo si rende protagonista di un gesto di grande sportività fermandosi praticamente all’interno dell’area di rigore avversaria dopo aver realizzato che il suo avversario era stato costretto a fermarsi per un problema muscolare: bravo. Da vero laziale. Scende in campo per sostituire Immobile. Dimostra un grande dinamismo che viene premiato al 55esimo. Un grande assist di Luis Alberto lo mette da solo davanti al portiere e lui con grande freddezza non sbaglia.

Inzaghi: 5 Schiera in campo una Lazio con un baricentro molto basso che nel primo tempo non riesce minimamente ad impensierire la squadra avversaria. Nel secondo tempo tutto cambia.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy