Lazio, batti un colpo anche in Europa per diventare grande

Dopo gli splendidi risultati raccolti in campionato, i biancocelesti affronteranno la sfida più difficile del loro girone

di redazionecittaceleste

di Leonardo Mazzeo

ROMA – Dopo un inizio di campionato sorprendente, fresca della vittoria contro la Juventus campione d’Italia, la Lazio di Simone Inzaghi è chiamata ad affrontare la sfida più difficile del suo girone europeo: giovedì i biancocelesti andranno in scena a Nizza, contro la squadra di Balotelli. Un appuntamento fondamentale per il primo posto.

balotelli-nizza

CONFERME

Ora della Lazio si parla eccome: le testate di tutto il mondo la esaltano, mettendo in luce le qualità dei singoli, del gruppo e di chi lo guida. Inzaghi si sta affermando come uno dei migliori allenatori in circolazione. Suo fratello Pippo lo ha addirittura definito “il migliore d’Europa”. Per il salto di qualità, però, bisogna scavalcare proprio quel gradino in più: l’Europa. Tutte le big, infatti, nel loro biglietto da visita presentano una voce europea di tutto rispetto, e negli ultimi anni questo alla Lazio è mancato. La Champions è un ricordo che risale alla stagione 2007/2008, nel 2015 è stata solo sfiorata. I biancocelesti, comunque, possono dire la loro in una competizione importante come l’Europa League. Molto passa dalla sfida di giovedì.

Caicedo-Lazio

PRIMATO

Arrivare primi nel girone significherebbe, almeno in teoria, evitare le sfide più insidiose ai sedicesimi. Ma non solo: una prova di forza europea aumenterebbe in maniera esponenziale le quotazioni di una Lazio già lanciatissima in Serie A. Il banco di prova sarà anche per la rosa: l’esame coperta corta è stato brillantemente superato da Inzaghi, che deve continuare su questa strada per il resto della fase a gironi. Le sfide contro Vitesse e Zulte sono state archiviate. Non erano partite impossibili da vincere, ma i tre punti andavano comunque portati a casa nonostante infortuni e turnover. I ragazzi di Inzaghi ci sono riusciti. Nel doppio confronto con il Nizza, il volto europeo della Lazio verrà in parte svelato: gestione della pressione, capacità di imporre il proprio gioco, consapevolezza. I biancocelesti ormai non si pongono limiti e vogliono affermarsi anche oltreconfine. Giovedì sera andrà in scena il primo atto, Jallet ha lanciato la sfida: CONTINUA A LEGGERE

Cittaceleste.it

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy