Le rose degli altri: la Lazio è indietro per il quarto posto

Juventus, Roma, Napoli ma non solo: le milanesi stanno tornando, e la Lazio deve attrezzarsi meglio per conquistare la qualificazione in Champions

di redazionecittaceleste

di Leonardo Mazzeo

ROMA – Lo hanno detto in tanti: la Lazio vuole migliorarsi, nella prossima stagione. L’obiettivo è quello di arrivare tra le prime quattro in classifica, ma la concorrenza è più che agguerrita. E la Lazio, come rosa, sembra avere qualcosa in meno non solo rispetto alle prime tre, ma anche rispetto a un altro paio di squadre almeno.

CESSIONI QUASI SICURE, ACQUISTI INCERTI

Il mercato ancora non ha parlato chiaro, ma ha dato indicazioni importanti: c’è Biglia ormai considerato quasi un ex; c’è Keita, c’è il suo agente che parla e Tare che smentisce e il giocatore si allontana da Formello; c’è de Vrij che potrebbe lasciare la squadra; c’è Felipe Anderson che spende parole al miele per il Manchester United. E in entrata? Qualche nome è stato fatto, ma niente di concreto, fino a questo momento. Eppure la storia recente dovrebbe aver insegnato qualcosa alla Lazio: dopo una bella stagione, c’è bisogno di investire per farne un’altra altrettanto bella. O anche di più. E invece si parla soprattutto di mercato in uscita, in questo periodo.

Felipe Anderson

ALTRE ROSE PIU’ ATTREZZATE

Al momento, davanti alla Lazio ci sono sicuramente Juventus, Roma e Napoli. La classifica di quest’anno parla chiaro. L’Atalanta, invece, anche se è arrivata quarta, difficilmente ripeterà la straordinaria stagione disputata: oltre all’impegno Europeo, anche il mercato in uscita sta dando indicazioni importanti in questo senso. Per un avversario che potrebbe defilarsi, però, ce ne sono due che tornano: il Milan sta investendo molto e, se dovesse continuare così, potrebbe veramente ambire alle prime quattro posizione. L’Inter, invece, ha già un’ottima rosa a disposizione e, con un paio di innesti validi e una stabilità dal punto di vista dell’ambiente, potrebbe tranquillamente ambire alla Champions League. E non bisogna dimenticare la Fiorentina, che ripartirà da Pioli e ha comunque a disposizione un buon organico.

lazio-inter

IL GRUPPO NON BASTA

Ciò detto, la Lazio deve sicuramente intervenire sul mercato. Se quest’anno la forza dei biancocelesti è stata il gruppo, che ha permesso alla squadra di raggiungere un piazzamento europeo con relativa tranquillità, questo non deve comunque trarre in inganno: fare quadrato e avere uno spogliatoio unito è importante, ma non basta. E si è visto, ad esempio, in finale di Coppa Italia contro la Juventus: per quanto tu possa fare gruppo, se di fronte ti trovi dei campioni non puoi farci quasi niente.

La Lazio al momento è indietro rispetto alle altre pretendenti per un posto in Champions, ma il mercato è ancora lungo. E Tare sembra aver messo gli occhi in casa Samp: CONTINUA A LEGGERE

Cittaceleste.it

12

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy