Lotito: “Ho salvato la Lazio, adesso tocca alla politica. Ringrazio Berlusconi per la fiducia”

di redazionecittaceleste

ROMA – A Caserta hanno sfilato i candidati di Forza Italia, tra questi il Presidente della Lazio e Patron della Salernitana, Claudio Lotito, che ha incentrato su di sé i riflettori della stampa. Subito ha spiegato il perché era accompagnato da Giuseppe D’Agostino, presidente della Casertana: “Vogliono speculare sulla Salernitana, ma io sono presidente della Lazio. E sono venuto col presidente della Casertana perché è un mio grande amico, abbiamo una sinergia nel mondo del calcio e lui mi vede come emblema di imprenditore che ce l’ha fatta a guadagnare col calcio.” A molti invece è sembrata una mossa per evitare scontri e tensioni con i tifosi della città, vista la rinomata rivalità con la Salernitana, e che il Presidente rossoblu abbia agito quasi da bodyguard. Sono due i principali motivi per cui Lotito ha deciso di scendere in politica. Il primo è quello di risanare i conti  “Bisogna avere il coraggio delle scelte. Bisogna tagliare per risanare. Io ho preso la Lazio che aveva 500 milioni di debiti ed oggi è in attivo. Ed allora credo che si può fare anche in Parlamento. Bisogna tagliare lì dove c’è necessità, bisogna superare questa burocrazia borbonica che blocca gli imprenditori e spinge gli investitori esteri a scegliere altri paesi. Berlusconi mi ha voluto candidato perché pensa che io possa dare una mano importante e di questo lo ringrazio”. 

SEGUICI SU FACEBOOK!

TI POTREBBE ANCHE INTERESSARE:

DIACONALE “ANDERSON SI E’ PRESENTATO AGLI ALLENAMENTI”

“PER RADU LA PROSSIMA DI EUROPA LEAGUE SARA’ UN DERBY”

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy