Parolo è sempre Parolo: Inzaghi può contare su un capitano aggiunto, in campo e fuori

Dopo tre anni, l’ex Parma è uno dei pilastri della Lazio. Corsa, grinta e fatica: un esempio per i compagni

di redazionecittaceleste

di Leonardo Mazzeo

ROMA – Anche lui ha alzato il primo trofeo con la Lazio. E se lo meritava: Marco Parolo, in questi anni di militanza biancoceleste, si è ritagliato un posto importante sia in campo che nel cuore dei tifosi. Pedina importante anche in Nazionale, il centrocampista ex Parma è uno degli insostituibili di Inzaghi. E il suo contributo non è mancato neanche in Supercoppa.

parolo37

IN CAMPO

Una presenza fissa in tutte le zone del campo, e quando c’è da essere decisivi Parolo non si tira indietro: suo il cross per Ciro Immobile nel secondo goal della Lazio, domenica sera. Una pennellata al centro che il numero 17 ha incornato abilmente in rete. Un assist ben confezionato, per un centrocampista completo che non è solo polmoni: lo testimoniano i gol segnati in carriera, grazie ai suoi tempi di inserimento o alle sue botte dalla distanza. Se un pilastro come Biglia se ne è andato, un altro è rimasto in maniera convinta: ha corso per essere al meglio in Supercoppa, dopo essere uscito acciaccato dalla finale di Coppa Italia. Dalla Juve alla Juve: Marco è tornato e ha ottenuto la sua rivincita personale, giocando un’intera partita. E ha contribuito anche alla rivincita della Lazio.

parolo

FUORI DAL CAMPO

Dopo tre anni, Parolo ha già conquistato tutti: ride e scherza con i compagni, dà l’esempio ai più giovani, parla da leader. Un’ascesa veloce per un ragazzo che ha scalato le gerarchie grazie al lavoro e al sacrificio. Un capitano aggiunto per Simone Inzaghi, che vede in un gruppo l’elemento fondamentale per i successi in campo. E i risultati gli stanno dando ragione. E’ anche grazie a giocatori come Marco Parolo se la Lazio è coesa: quelli che arrivano trovano in lui, come negli altri, un’insieme di persone più simile a una famiglia che a una squadra. Lo ha detto anche il presidente Lotito: la Lazio è una famiglia, e se Inzaghi è il padre, Parolo è il fratello maggiore esperto, che dispensa consigli ai fratelli minori, che li guida partita dopo partita. In campo e fuori. Oltre a lui, un altro giocatore che in breve tempo ha conquistato lo spogliatoio è Ciro Immobile: CONTINUA A LEGGERE

Cittaceleste.it

12

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy