Prefetto su Lazio-Eintracht: “la polizia tedesca non ha aiutato”

Il prefetto Basilone dice la sua sull’intervento della polizia tedesca in Lazio-Eintracht

di redazionecittaceleste

ROMA – Ieri si è disputata la rischiosa partita tra Lazio ed Eintracht Francoforte allo stadio Olimpico di Roma. Diversi disagi in seguito alla presenza di circa 10 mila tedeschi che hanno invaso la Curva Sud.

 unnamed

Serata infernale per la città, con la zona nei dintorni dell’Olimpico presa ostaggio dalle violenze e dal vandalismo dei tifosi tedeschi. Dopo la sindaca Raggi, anche il prefetto Basilone dice la sua: “Cose di questo genere non dovrebbero avvenire, non sono comportamenti civili e dispiace sempre assistere a certi spettacoli. Purtroppo spesso questi tifosi stranieri arrivano in ordine sparso, non è sempre facile seguirne gli spostamenti. La Questura ha messo in campo i servizi necessari per tutelare l’ordine pubblico, c’è stata una programmazione seria nei giorni scorsi, come si fa sempre per gli eventi di questo tipo. Non c’è stata sottovalutazione, si è fatto tutto il possibile per evitare incidenti o contatti con i tifosi laziali”. Parla anche della polizia tedesca dando però non un giudizio positivo: “La verità è che spesso le polizie straniere non collaborano con le forze dell’ordine italiane e questo impedisce a chi mette a punto i piani della sicurezza di conoscere tutti i dettagli, soprattutto sui soggetti più pericolosi. Non è facile pianificare, se mancano alcuni elementi importanti di valutazione. Non è affatto facile, almeno quando parliamo di cittadini dell’Unione europea, per cui vale, come si sa, la libertà di circolazione, c’è il trattato di Schengen. Non si può proibire a un tedesco o a un francese di viaggiare in Italia”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy