• ACCENDI LA TV, SUL CANALE 85 SIAMO IN DIRETTA: TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SULLA SSLAZIO!

Primavera, altra sconfitta con il Genoa. Bonatti: “Niente allarmismi”

Le parole del mister

di redazionecittaceleste
bonatti

ROMA – Dopo la sconfitta contro il Chievo, altra debacle per i ragazzi di Bonatti, che cadono in casa sconfitti dal Genoa per una rete a zero. Dopo la fine della partita, l’allenatore della Primavera è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Radio: “Dobbiamo superare questo momento leggendo i risultati delle altre: è un campionato competitivo, e questo è un elemento fondamentale per far crescere i ragazzi che militano il Primavera. L’Udinese, contro il quale noi abbiamo pareggiato in trasferta, ha messo a segno cinque gol in casa del Napoli. Basta un episodio per ottenere i tre punti o perdere la partita.

Se guardiamo alle occasioni create e a quelle subite siamo un po’ in debito, ma non voglio appellarmi alla sfortuna. Ci sono tante motivazioni dietro gli episodi negativi, tra i quali la non perfetta condizione fisica di due elementi per noi fondamentali come Bari ed Al-Hassan, che ho deciso di schierare subito dal 1’ per farli tornare al top.

 Giocando con un attaccante abbiamo creato di più. Siamo noi a doverci andare a prendere l’episodio positivo ed in questo momento non abbiamo la forza per farlo. In questo campionato quasi tutte le squadre schierano tre fuori quota. Mantenere il campionato Primavera è motivo di prestigio per l’intero settore giovanile.

Non abbiamo potuto schierare Aliaj per problemi fisici, e altri tre non sono ancora tesserabili. Avevo pronto il cambio per sostituire Bari: in occasione del rigore subito doveva essere proprio lui a schermare il passaggio, ma lo avevo visto particolarmente stanco e non è arrivato in tempo. Forse, se fossi riuscito a sostituirlo prima, non avremmo subito quell’episodio. Abbiamo bisogno di tempo ma dovremo fare appello a tutte le nostre risorse. Ora serve equilibrio e serenità.

L’inizio poteva essere maggiormente favorevole ma non voglio allarmismi. Serve una reazione di coscienza da parte dei giocatori più rappresentativi, che sanno quali sono le mie richieste. Ora settimana corta, venerdì Firenze Oggi era difficile aspettarsi di più da Bari e Al-Hassan. Sarac ha talento ma deve compiere un ulteriore sforzo di partecipazione ed attenzione senza farsi cullare sulla certezza derivanti dalle sue qualità”.

Cittaceleste.it

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy