gazzanet

Roma città – A Roma il raduno degli ortisti. Riscoprire la terra per una città sostenibile

Montanari, lavoriamo sul nuovo Regolamento degli Orti Urbani per uno stile di vita sano

redazionecittaceleste

"Roma – Si parla di orti nella due giorni all’Aranciera di San Sisto organizzata dall’Assessorato alla Sostenibilità Ambientale e dalla Commissione Ambiente di Roma Capitale con più di cento orticoltori. L’evento, in programma fino a domani, è l’occasione per condividere idee e proposte sull’orticoltura e sull’importanza di coltivare la biodiversità. 

"“L’agricoltura urbana sta diventando un fenomeno sempre più diffuso che consente di riqualificare aree urbane degradate o abbandonate. C’è chi lo fa per piacere, chi per necessità, chi per motivi ecologisti, questa pratica individuale sta diventando sempre più un nuovo strumento di politica urbana. La rapidissima espansione del fenomeno ci ha portato ad iniziare un percorso partecipato con le associazioni del settore per condividere il nuovo Regolamento degli orti urbani, che abbiamo già redatto e che perfezioneremo grazie ai contributi e alle osservazioni di questi giorni”, spiega Pinuccia Montanari, assessora alla Sostenibilità Ambientale dii Roma Capitale.

"Questa iniziativa fa parte di un lavoro di “coltivazione della città” che l’Amministrazione sta portando avanti per mettere a sistema buone pratiche ambientali e percorsi di riqualificazione del verde, anche riscoprendo il terreno come bene comune che va salvaguardato e tutelato", afferma Daniele Diaco, Presidente della Commissione Capitolina all'Ambiente.

Un esempio è anche l’operazione di forestazione urbana partecipata che porterà Roma ad avere solo per quest’anno già 12mila nuovi alberi.

"“Orto è anche spazio educativo. Nell'ambito delle proposte formative finalizzate a integrare l’attività didattica delle scuole di Roma, abbiamo inserito un progetto educativo innovativo dedicato alle scuole della città: “1000 orti per 1000 giardini”. L’obiettivo è rilanciare la salvaguardia della biodiversità e progetti di convivenza con la natura e tra le generazioni, per un futuro sostenibile e a misura di ambiente”, conclude l’Assessora.