gazzanet

Roma città – Giornata mondiale diritti infanzia e adolescenza. Baldassarre: “Rafforzare diritti puntando su ascolto e confronto”

L’assessora: “Da parte di Roma Capitale impegno enorme per politiche educative e scolastiche”

redazionecittaceleste

"

"Roma - "Promuovere l’ascolto e il confronto affinché i ragazzi siano coinvolti sempre di più nelle scelte e nei processi decisionali. E’ il messaggio che voglio condividere oggi, per celebrare la Giornata internazionale dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza. Si tratta di una data storica, di un autentico spartiacque, in cui l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite adottò, nel 1989, la Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza”, così l’assessora alla Persona, Scuola e Comunità Solidale Laura Baldassarre.

Roma Capitale – sottolinea - sta producendo un lavoro ampio e articolato per migliorare le politiche educative e scolastiche. E’ questa la via più efficace per assicurare una piena tutela dei diritti di bimbi e ragazzi. Abbiamo già garantito l’apertura degli istituti durante l’orario estivo e applicheremo presto lo stesso principio ai pomeriggi durante l’anno curriculare. Vogliamo che le scuole siano il primo punto di riferimento sui territori, contrastando la dispersione e rendendole luoghi dove affermare e costruire la propria soggettività”.

In molte aree di periferia, per troppo tempo dimenticate – spiega - stiamo aprendo nuove strutture, in particolare per la fascia 0-6 anni, tramite un approccio uniforme e integrato tra nido e scuola dell’infanzia. Per migliorare la qualità dell’offerta abbiamo puntato con forza su un rafforzamento degli organici. Entro il prossimo mese assumeremo altri 279 maestre e maestri che andranno ad aggiungersi agli oltre 1.200 già assunti dalla nostra Amministrazione. Per il 2019 recluteremo un totale di 547 maestre e maestri”.

"E’ in corso l’elaborazione del nuovo Piano Sociale Cittadino, che a Roma mancava da 13 anni. Una novità che consentirà di rimodellare e riorganizzare complessivamente i servizi e le prestazioni su infanzia e adolescenza finanziati dalle legge 285 del 1997, che proprio quest’anno compie 20 anni. Per implementare i percorsi di condivisione con le realtà che operano ogni giorno a supporto dei diritti umani, stiamo anche istituendo il Forum dell’Infanzia e dell’Adolescenza. La partecipazione e l’ascolto dal basso sono infatti gli strumenti più utili e incisivi per comprendere il mondo dei bambini e degli adolescenti”, conclude.