Serie A, Tardelli: “Il campionato può e deve ripartire”

L’ex calciatore Marco Tardelli ha recentemente espresso la sua opinione sulle sorti, ancora da decrifare, del campionato italiano

di redazionecittaceleste
Calcio: parla Marco Tardelli

ROMA – Marco Tardelli, ex calciatore e campione del mondo con la Nazionale durante lo storico mondiale del 1982, oggi è candidato alla presidenza dell’Associazione Italiana Calciatori, nota come AIC. Di recente è intervenuto ai microfoni di Radio Incontro Olympia per parlare della ripresa del campionato.

“Si può, si deve ripartire. C’è tutto per ripartire, ma non mi sembra che tutti siano d’accordo. I medici giustamente non vogliono prendersi determinate responsabilità, i presidenti non sono tutti d’accordo, Spadafora ha detto che alcuni calciatori lo cercano per parlargli e anche qualche tifoso mi sembra che non voglia ripartire. Non mi sembra ci sia tutta questa unità. Spadafora ha fatto dei passi avanti e mi sembra che il protocollo era stato prima accettato. Il problema non è quello. Si sa che dovremmo convivere con il virus. Fino a che non troveremo un vaccino non c’è certezza. Bisogna essere chiari: dire i rischi che ci sono e tutti dobbiamo prenderceli. Prendersi dei rischi per ripartire, senza pensare ad altro: senza pensare che alcuni club possono retrocedere, senza pensare alle responsabilità. Il calcio potrà ripartire solo se ci sarà unione di intenti. Spadafora ha detto che alcuni lo cercano sui social. Probabilmente per dirgli di non sentirsi pronti. Io credo sia necessario sentire tutti i capitani, capire i loro pensieri e le loro paure. Magari anche a scrutinio segreto e poi capire. Io credo che i calciatori non abbiano problemi a tornare a giocare. Basta chiamarli”.

>>> LEGGI TUTTE LE ALTRE NOTIZIE SULLA S.S.LAZIO! <<<

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy