• TUTTO SUL MERCATO DELLA LAZIO: DOVE? SUL CANALE 85 DELLA TUA TV! TI ASPETTIAMO!

Lazio, la trasferta: il libro sui fatti di Varsavia – FOTO

Lazio, la trasferta: il libro sui fatti di Varsavia – FOTO

Varsavia 28 novembre 2013 di Daniele Caroleo

di redazionecittaceleste

ROMA – Scritto da Daniele Caroleo ed in pubblicazione per Eclettica Edizioni, il libro “La Trasferta – Varsavia, 28 novembre 2013” tratta, nello specifico, l’episodio relativo agli arresti di massa che coinvolsero oltre 170 tifosi della Lazio giunti in Polonia, nel novembre del 2013, per assistere ad una partita della formazione biancoceleste contro il Legia Varsavia, valevole per l’Europa League.

Un’imponente operazione di polizia che però, con il passare delle ore, ha assunto, sempre più, i contorni di un vero e proprio abuso perpetrato nei confronti di decine e decine di cittadini italiani, privati, di fatto, della propria libertà senza alcun motivo apparente. A cinque anni di distanza da quel triste episodio, questo libro, grazie ad un importante e accurato lavoro di ricerca giornalistica e alle testimonianze, alcune di queste inedite, di chi ha vissuto in prima persona quanto accaduto, prova a ricostruire l’intera storia, relativa a quell’arresto di massa in terra polacca, e ad interrogarsi sugli eventuali motivi che hanno indotto le autorità locali ad agire in quel modo.

All’interno di questo libro sono stati quindi riportati diversi contributi e approfondimenti, realizzati anche grazie alla collaborazione di alcuni protagonisti, loro malgrado, di questa vicenda.

L’autore, in tal senso, ha inteso quindi intervistare, ad esempio, l’avvocato Lorenzo Contucci, storico legale romano, particolarmente impegnato nell’ambito prettamente ultras, che in quella occasione si è reso fin da subito disponibile per aiutare e supportare i ragazzi arrestati a Varsavia, cercando di garantire loro il diritto alla difesa.

Un’ulteriore intervista è stata poi effettuata con l’on. Carlo Fidanza che all’epoca, in qualità di Eurodeputato, è immediatamente partito alla volta della Polonia, in compagnia del suo collega romano, on. Marco Scurria, per verificare personalmente le condizioni dei detenuti, incontrare i familiari dei ragazzi in stato di fermo e confrontarsi con le istituzioni locali per approfondire l’intera questione.

Spazio, poi, ovviamente, anche al racconto di uno dei ventidue tifosi laziali che sono stati costretti a restare nel carcere di Varsavia per molto più tempo rispetto agli altri. Sul libro viene quindi riportata la storia di Nicolas, ragazzo francese, ma tifosissimo laziale, che oltre a ripercorrere, grazie alle domande dell’autore, quelle lunghe settimane, ha anche accettato di condividere una sorta di diario che lo stesso ha avuto modo di scrivere durante le giornate trascorse in prigione.

Tutto questo unito ad una serie di ulteriori testimonianze, stralci di articoli, dichiarazioni, riflessioni, notizie ed interventi (istituzionali e non) che sono serviti, oltre che a ricostruire e ad analizzare l’intera vicenda da diversi punti di vista, anche ad evidenziare il contesto storico, sociale, politico e culturale durante il quale sono avvenuti gli arresti, e hanno approfondito l’atteggiamento dei media e delle istituzioni (italiane e non solo) di fronte a tale episodio.

È stata quindi posta in evidenza, ad esempio, la particolare attenzione riservata alle tifoserie della Lazio e del Legia Varsavia da parte delle istituzioni sportive internazionali. O le feroci polemiche nelle quali la polizia polacca è stata coinvolta dopo la manifestazione nazionale dell’11 novembre, pochi giorni prima della trasferta dei laziali a Varsavia. Senza dimenticare la reazione della classe politica nostrana ed il comportamento delle testate giornalistiche nazionali che hanno provato a raccontare quanto stava avvenendo in Polonia. O la vicinanza e la solidarietà dimostrata, anche concretamente, da numerose tifoserie in tutta Europa, nei confronti dei sostenitori biancocelesti coinvolti.

Una vicenda raccontata senza per altro strumentalizzare assolutamente le storie dei ragazzi arrestati quel giorno, ma bensì evidenziando la dignità, il coraggio ed il sorriso beffardo, tipico dei tifosi laziali, con i quali questa vicissitudine è stata da loro affrontata.

Il libro “La trasferta”, la cui prefazione e la postfazione, inoltre, sono state firmate, rispettivamente, dal giornalista Paolo Signorelli, all’epoca speaker del programma radiofonico “La Voce della Nord”, e da Matteo Falcone, Direttore Responsabile della rivista digitale sul mondo ultras SportPeople”, è in uscita il prossimo 19 novembre, ma può già essere acquistato (il prezzo di copertina è di 16 euro) direttamente presso la casa editrice, contattando l’indirizzo mail info@ecletticaedizioni.com, per riceverlo fin da subito a casa, senza pagare le spese di spedizione. Successivamente alla data di uscita, potrà essere ordinato da qualsiasi libreria su tutto il territorio nazionale.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy