• SEGUI LA LAZIO IN DIRETTA: ACCENDI IL CANALE 85 DELLA TUA TV!

Mercato Lazio, Kishna tra Benevento e Verona: obiettivo rilancio

L’olandese riuscirà a dimostrare di essere all’altezza del nostro campionato?

di redazionecittaceleste

di Leonardo Mazzeo

ROMA – Era arrivato con tante aspettative, due anni fa, dall’Ajax. Poi si è perso, tra la panchina e le partite poco convincenti. Solo undici presenze alla sua prima stagione in biancocleste. E pensare che all’esordio in Serie A, contro il Bologna, aveva anche segnato il suo primo goal italiano. Un inizio che faceva presagire tutt’altro percorso rispetto a quello che poi, effettivamente, ha imboccato Ricardo Kishna.

PRIMA STAGIONE IN OMBRA, SECONDA IN PRESTITO

Vero è che la concorrenza, al suo arrivo, era agguerrita: sulle fasce sfrecciavano Candreva, Keita e Felipe Anderson, con Lulic disposto a sacrificarsi anche da ala offensiva e sicuramente già abituato alla Serie A. E così Kishna è rimasto una riserva per quasi tutta la stagione. Dopo quel primo goal, si è ripetuto il primo novembre contro il Milan: una rete praticamente inutile, arrivata sul 3-0 per i rossoneri, a cinque minuti dalla fine. Poi l’addio di Pioli a fine stagione, e quella successiva iniziata con Inzaghi. Ma è cambiato poco, per Kishna, che a gennaio è andato in prestito al Lille. Senza però aver trovato il modo per rilanciarsi. Ora ci riprova, e lo fa dalla Serie A.

kishna

BENEVENTO O VERONA

Il suo passaggio al Benevento sembrava in dirittura d’arrivo, poi è arrivato l’Hellas Verona (orfano di Cassano e amica della Lazio nell’affare Caceres) a scombussolare i piani delle Streghe. Ora il testa a testa è serrato, con le due neopromosse a contendersi l’olandese classe ’95. Un prestito in una piazza più piccola rispetto a quella biancoceleste potrà sicuramente far bene al ragazzo, che ha bisogno soprattutto di trovare continuità, di maturare e di dimostrare a tutti di poter essere un giocatore da Serie A. Un rilancio che può far bene anche alla società biancoceleste, che l’anno prossimo potrebbe ritrovarsi in squadra un giocatore rivalorizzato.

Kishna potrebbe seguire il percorso tracciato da Suso e Niang, che dal Milan sono andati al Genoa: lì hanno fatto vedere buone cose, giocando con continuità. Lo stesso potrebbe fare Kishna: giocare, correre, segnare, dimostrare. E poi, forse, tornare alla Lazio e tornare utile alla causa biancoceleste. Ma, in caso, se ne riparlerà tra un anno. I biancocelesti devono stare attenti alla formula del trasferimento dell’olandese: possibile un Cataldi-bis, con diritto di riscatto e contro-riscatto, per evitare di perdere il giocatore dopo una buona stagione. Staremo a vedere. Nel frattempo, la Lazio ha accolto Caicedo: CONTINUA A LEGGERE

Cittaceleste.it

12

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy