Mercato Lazio, c’è Quagliarella come vice-Djordjevic…

di redazionecittaceleste

 

ROMA – Non solo un titilare per sostituire Keita. Il Ds Igli Tare cerca anche un centravanti al posto del partente Djordjevic. Come scrive il Corriere dello Sport sulla lista del direttore sportivo laziale, per questo “ruolo” ci sarebbe Quagliarella. Lotito e Ferrero hanno parlato dell’attaccante e non solo di Muriel e Torreira. E – fra un colloquio e l’altro – sarebbe spuntato (appunto) il nome dell’ex Napoli. Mentre Inzaghi, ha stilato la lista delle richieste di mercato da consegnare a Tare e Lotito >>> CONTINUA A LEGGERE

ALTRI NOMI – Tra i nomi caldi del mercato biancoceleste c’è anche quello di Muriel. Nel caso in cui dovesse partire Keita, la Lazio punterà forte su Gomez e sul blucerchiato. Recentemente Lotito aveva inserito nella trattativa Djordjevic, ormai fuori dal progetto di Inzaghi. L’offerta però non aveva convinto Ferrero. Come riporta Il Messaggero, oltre al serbo, anche Cataldi è stato proposto al club genovese. La Samp ci sta pensando ed è disposta a parlarne, ma vorrebbe chiudere in fretta.

quagliarellaQUAGLIARELLA – La Lazio – come detto – pensa a lui. Quagliarella, al posto di Djordjevic. Il buon Fabio, è un attaccante capace di ricoprire sia il ruolo di prima punta, che di seconda punta. In carriera ha giocato anche come attaccante esterno e qualche volta come trequartista. Possiede un tiro molto potente e preciso, che lo ha portato a segnare da grandi distanze, ed un buon colpo di testa. Rientrano nel suo repertorio anche il colpo di tacco e la rovesciata. Si distingue inoltre come assist-man.

IL CASO – Il 17 febbraio 2017, dopo un processo durato qualche anno, un ex-agente della Polizia postale, accusato da Quagliarella di stalking, viene condannato a quattro anni ed otto mesi di reclusione; l’uomo aveva prodotto lettere minatorie in cui l’attaccante, all’epoca dei fatti in forza al Napoli, veniva ingiustamente accusato di avere affiliazioni con la camorra e di aver intrattenuto rapporti con minorenni. A causa di queste lettere giunte al presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis, Quagliarella viene venduto contro la sua volontà alla Juventus ed è costretto a lasciare Napoli dopo appena un anno.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy