Cittaceleste.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Arrestato il killer di Fabrizio Piscitelli, leader Irriducibili

Fabrizio Piscitelli, Diabolil

A due anni e mezzo di distanza dall'omicidio di Diabolik le forze dell'ordine hanno individuato e arrestato il presunto colpevole: i dettagli

redazionecittaceleste

Arriva una possibile svolta nel caso dell’omicidio diFabrizio Piscitelli, l’ex capo ultras della Lazio ucciso due anni e mezzo fa. Gli agenti della squadra mobile di Roma, infatti, hanno arrestato il presunto assassino di Diabolik, l’alias di Fabrizio Piscitelli. Le indagini, coordinate dalla Dda di Roma con il procuratore Michele Prestipino e l’aggiunto Ilaria Calò, avrebbero portato all’arresto di Raul Esteban Calderon. A incastrare l’accusato, come spiega la Procura in una nota, sarebbe stato un filmato nel quale vengono ripresi i momenti dell’omicidio. A questo si aggiungerebbe anche un’attività di intercettazione che avrebbe portato a “significativi elementi di riscontro in merito all’esecutore materiale dell’omicidio” come si legge su Adnkronos.com

 Curva Nord

La nota della Procura

Di seguito la nota della Procura. “Le fonti di prova su cui si è fondata l’adozione del provvedimento sono costituite dagli elementi raccolti dalla Squadra Mobile e dalla Polizia scientifica nel corso del sopralluogo effettuato sul luogo e nell’immediatezza del fatto e in particolare da un filmato estratto da una telecamera installata in zona con la quale è stata ripresa l’esecuzione del delitto.Dall’analisi tecnica del filmato dell’omicidio eseguita prima dalla Polizia scientifica e successivamente dal consulente tecnico incaricato dalla Procura è emersa una chiara compatibilità tra il killer visibile nel filmato e il soggetto gravemente indiziato”.

L'omicidio e l'arresto

Fabrizio Piscitelli era rimasto vittima di un agguato all’interno del Parco degli Acquedotti, sulla Tuscolana, il 7 agosto di due anni fa. Diabolik era stato raggiunto da un colpo d’arma da fuoco alla testa da distanza ravvicinata. Sin dall’inizio le indagini si erano concentrate su un possibile regolamento di conti dovuto a questioni legate alla malavita romana. Raul Esteban Calderon è accusato di omicidio aggravato dal metodo mafioso. Il decreto di fermo, emesso il 13 dicembre dalla Direzione distrettuale antimafia di Roma, è stato convalidato oggi dal gip. Per Calderon è scattata la custodia cautelare in carcere.