Cittaceleste.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news

QDL – Repice: “Nonostante i problemi il mio voto a Sarri è medio alto”

Sarri a Formello

Il pensiero del cronista Francesco Repice sull'anno dei biancocelesti e sull'operato del nuovo tecnico Maurizio Sarri

redazionecittaceleste

Oltre all'ex calciatore della Lazio, Christian Manfredini, anche il cronista Francesco Repice ai microfoni di Cittaceleste TV e Radiosei ha espresso il suo parere sull'anno calcistico che sta per concludersi. Il giornalista di Radio RAI è felice di aver assistito al trionfo azzurro negli scorsi Europei da vicino. Dopo aver detto la sua su quanto successo in estate, e sulla prospettiva in Italia, è passato a commentare la Lazio e ha dato per buona la prova offerta da mister Maurizio Sarri al primo giro di boa alla guida dei capitolini. Questo il suo pensiero, sul calcio italiano e sui biancocelesti, rilasciato nella puntata odierna di Quelli della Libertà:

 Maurizio Sarri

Le somme di fine anno

"Di questo 2021 ci resta l'Europeo vinto. Vedere i colori del proprio Paese primeggiare è una cosa bellissima. Sono felice di averlo vissuto e di averlo potuto raccontare. Nel 2021, poi, abbiamo visto di nuovo il pubblico negli stadi. Speriamo che possa continuare ad essere presente. Ora speriamo anche di poter andare in Qatar, pure se non sarà sicuramente facile. Sarà dura ma ho la sensazione che si stia crescendo. Calabria e Tonali sono pronti. Scamacca lo stesso. Barella ha assunto una dimensione internazionale. Ci sono giocatori che stanno diventando sempre più importanti".

La Lazio di Sarri

"A Sarri do un voto medio alto. Non è facile per i calciatori che ha a sua disposizione capire certi dettami tattici. Ci vorrà tempo, lavoro e bisognerà sacrificarsi. Ai nastri di partenza le favorite sono quelle che hanno cambiato meno possibile. Se i nerazzurri hanno trovato continuità è perché Inzaghi ha preso in mano il lavoro svolto da Conte. I calciatori cambiati, alle fine, sono stati giusto un paio. Cosa che non è successa in casa biancoceleste. Ciononostante, per me il voto è medio alto. Nonostante i numeri della difesa e la posizione in classifica, la Lazio è il lotta per l'Europa".