Lazio, buon compleanno Peruzzi: la vita dopo i pali del portierone

Buon compleanno al club manager e all’ex portiere della Lazio Angelo Peruzzi: l’ex estremo difensore ormai sono anni che fa il tifo per i biancocelesti

di redazionecittaceleste

ROMA – Oggi Angelo Peruzzi spegne 51 candeline. La Lazio, attraverso il proprio sito internet e i propri canali social, ha voluto rendere pubblici i suoi auguri all’ex estremo difensore. Sul portale ufficiale del club è comparsa una nota che recita: “Dal Presidente, dalla Società, dallo staff e da tutti i tifosi, i più sentiti auguri di buon compleanno!“. Dopo otto stagioni a difesa della porta biancoceleste, Peruzzi ha appeso i guanti al chiodo e si è dedicato all’attività manageriale. Ora, infatti, è il club manager proprio della compagine capitolina. A lui il compito di fare da tramite fra i giocatori e i piani alti della Lazio stessa. Tuttavia, nell’ultimo periodo, non sono mancati alcuni attriti.

DA CLUB MANAGER – Nonostante non sia stato proprio facile trovare un accordo al primo tentativo con il presidente Claudio Lotito, alla fine Angelo Peruzzi è riuscito a ritagliarsi un ruolo fondamentale all’interno della Lazio. Anche se in carriera ha vestito le maglie di diverse squadre, tra le quali quella della Roma, raggiungendo la Nazionale e traguardi di tutto rispetto con gli altri club, l’ex portiere sembra particolarmente legato ai colori biancocelesti. Il classe 1970 molto raramente compare davanti alle telecamere per parlare di sé o della squadra. Piuttosto l’oggi cinquantunenne preferisce lavorare nel silenzio così da far quadrare le cose senza le luci dei riflettori puntate addosso. Se i capitolini sono un gruppo compatto e hanno raggiunto obiettivi ambiziosi, il merito è senza dubbio anche del club manager.

LA CARRIERA – Angelo Peruzzi di fatto, tra una cosa e l’altra, è ormai nella Capitale dal lontano 2000-01. Subito dopo la vittoria dello storico secondo scudetto, la società decise di rimpiazzare l’esperto Luca Marchegiani con un compagno di reparto ugualmente esperto ma che avesse davanti a sé ancora alcune stagioni. E fu così che la scelta ricadde sul’ex portiere nerazzurro.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy