Cittaceleste.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Lazio-Genoa, Liverani doppio ex: “Ora di fare punti e muovere la classifica”

Fabio Liverani

Fabio Liverani, ex calciatore della Lazio e allenatore del Genoa, ha parlato del match che si giocherà a breve all'Olimpico

redazionecittaceleste

Tra non molto il direttore di gara Luca Pairetto darà ufficialmente il via alla sfida di campionato. La prima gara legata al turno numero diciotto della Serie A, che vedrà di fronte la Lazio di Maurizio Sarri e il Genoa di Andriy Shevchenko, si giocherà presso lo Stadio Olimpico della Capitale. Pochi minuti prima del calcio d'avvio, i microfoni ufficiali della società quest'oggi padrona di casa hanno scambiato alcune parole con l'ex centrocampista della Lazio Fabio Liverani. L'ex calciatore, una volta aver appeso gli scarpini al chiodo, ha iniziato la carriera di allenatore e lo ha fatto proprio alla guida del Grifone. Nel corso di questa chiacchierata Liverani non ha solo parlato della sfida ma ha anche espresso il suo punto di vista sulla prima stagione capitolina targata mister Sarri. Queste le sue parole:

 Immobile nel post partita di Lazio Genoa

Su Lazio-Genoa

"Sia Lazio che Genoa stanno vivendo un difficile momento. I biancocelesti stanno costruendo e hanno perso le certezze che c'erano fino alla scorso con Inzaghi. Servirà pazienza. Con Sarri è stato scelto di cambiare passo. Il tempo per migliorare c'è. I rossoblù hanno cambiato proprietà, allenatore e le difficoltà sono tante. Stanno messi peggio dei loro rivali. Il girone d'andata sta per concludersi e serve fare punti per muovere un po' la classifica".

Sul cammino

"Cataldi è diverso da Leiva. Il brasiliano dà più equilibrio in un centrocampo a cinque. Mentre nel modulo di Sarri il play deve fare più movimento. Per questo Danilo è stato più funzionale. Tuttavia, ogni stagione e ogni gruppo sono diversi. Da giocatore preferivo giocare ogni tre giorni che allenarmi. Lo trovavo più stimolante. L'Europa League porta via energie mentali. Immobile è un calciatore impossibile da sostituire, per la Lazio e non solo. Oltre a fare goal ci mette sempre lo spirito, il cuore e tanta cosa. Senza di lui la Lazio è un'altra squadra".