Cittaceleste.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Lazio, Giordano: “Mi aspetto solo applausi per Inzaghi. E su Radu…”

Sarri e Radu

L'ex Lazio, Bruno Giordano, ha già indirizzato il mirino verso la prossima sfida dei biancocelesti in campionato

redazionecittaceleste

L'e centravanti della Lazio, Bruno Giordano, è intervenuto ai microfoni di Radiosei dove ha espresso il suo parere circa il prossimo incontro che i biancocelesti disputeranno in casa contro i nerazzurri: "A Inzaghi andrebbe riservato un bell'applauso, sia da calciatore che da allenatore ha scritto la storia della Lazio. Spero che non ci siano fischi. Si sapeva che prima o poi avrebbe scelto un'altra strada. Che si vada avanti anche senza di lui. Per quanto riguarda la partita, non è il nostro miglior momento: Acerbi non ci sarà e Immobile è in dubbio. I campioni d'Italia sono in forma, anche se in alcuni frangenti di partita sono andati in difficoltà. I biancocelesti dovranno essere bravi a sfruttare i punti deboli dei nerazzurri mandandoli noi in difficoltà come hanno fatto altri. L'importante è che loro non vengano a Roma convinti di avere il risultato già in tasca".

Sulla sfida

"Credevo che Lautaro avrebbe impiegato più tempo a confermarsi. Invece si è presto il suo posto al club e segna anche a livello internazionale. Per non parlare del suo peso nell'Argentina. Per Messi è il compagno ideale. Mi ricorda un po' Suarez e Benzema come modo di interpretare il ruolo di centravanti. Se, come Icardi, segni ma non giochi per la squadra, il salto di qualità e i titoli non li ottieni. Rischiamo di soffrire sulle palle inattive. Hanno alcune soluzioni per impensierirci, la Lazio dovrà fare molta attenzione. Indubbiamente le occasioni da goal no mancheranno. Né da una parte, né dall'altra. Poi entrambe le squadre hanno giocatori capaci di decidere l'incontro".

In casa Lazio

"In una partita così importante giocherei con Radu. Anche se non ha messo in cascina molto minutaggio, è un calciatore con grinta che darebbe tutto in una sfida del genere. Per non parlare della sua personalità. Tuttavia, se Sarri farà altre scelte sarà perché lo riterrà più opportuno. Comunque se non dovesse giocare nemmeno dopo l'assenza di Acerbi potrebbe cominciare a venirmi qualche dubbio".