Cittaceleste.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Lazio, Lotito e la Salernitana: la FIGC ha dato l’ok al trust ma con limiti

Lazio, Lotito e la Salernitana: la FIGC ha dato l’ok al trust ma con limiti

Il presidente della Lazio, Claudio Lotito, ha cercato di vendere la Salernitana ma senza successo: la FIGC pensa ad un piano B

redazionecittaceleste

Il presidente della Lazio, Claudio Lotito, si è mosso per cercare acquirenti. Ovviamente non per la società capitolina, ma bensì per la cessione del titolo della Salernitana. Dopo il raggiungimento della promozione in Serie A da parte dei campani, l'imprenditore romano ha dovuto mettere le sue quote di maggioranza sul mercato. Onde evitare qualsiasi tipo di conflitto di interessi. Naturalmente per la FIGC è impossibile pensare che un presidente gestisca due squadre all'interno dello stesso campionato. Immaginare un ultimo turno dove Lazio e Salernitana si sfidano mentre sono ancora alla ricerca dell'ottenimento dei loro risultati, magari l'ingresso in Champions League e la salvezza, è una follia. Invaliderebbe il campionato. Questo i presidenti Lotito e Gravina lo sanno ed è anche nel loro interesse dare vita ad un campionato credibile e di qualità. Tuttavia, la cessione della Salernitana ad oggi non sembrerebbe possibile e la Federazione starebbe strizzando l'occhio ad un'altra possibilità.

 Claudio Lotito

L'idea

Secondo quanto riportato dall'edizione odierna della Gazzetta dello Sport, la FIGC avrebbe dato l'ok al trust. In poche parole il trust è uno strumento giuridico il cui scopo è quello di tutelare determinati beni che appartengono ad un soggetto. Praticamente questo non darebbe altro che la possibilità di parcheggiare per un lasso di tempo prestabilito la Salernitana a terze persone. Tra i limiti imposti dalla Federcalcio, c'è anche quello del tempo. Sulle colonne della rosea si apprende che la possibilità di usufruire del trust varrebbe soltanto per i primi sei mesi. Dopodiché la presidenza della Salernitana dovrà cambiare definitivamente.

Lo scenario

Qualora la vicenda non dovesse arrivare ad una conclusione chiara e certa entro il prossimo 28 giugno, la Salernitana rischierebbe persino di essere esclusa dallo prossimo campionato di Serie A. La piazza è già calda e non vede l'ora di tornare a calcare certi palcoscenici. Rimanere fuori dopo un'attesa così lunga sarebbe una beffa difficile da mandare giù.