Lazio, Marcolin: “Battere i nerazzurri per puntare allo scudetto”

Le parole dell’ex Lazio Dario Marcolin, circa la sfida di cartello in programma domenica sera contro i nerazzurri di Antonio Conte

di redazionecittaceleste
notizie Lazio: la sfida con i nerazzurri

ROMA – Domenica sera la Lazio sarà impegnata a San Siro per sfidare i nerazzurri di Antonio Conte. Ai meneghini, dopo l’eliminazione dall’Europa e dalla Coppa Italia, non resta che concentrarsi sul campionato. Lo scudetto è un obiettivo concreto per l’ex Internazionale che non vorrà più commettere passi falsi. Uno scivolone contro i biancocelesti complicherebbe loro i piani e farebbe risalire i biancocelesti. Dopo sei vittorie consecutive in Serie A, gli uomini di Simone Inzaghi hanno voglia di continuare a fare bene. Lo scontro diretto arriva in un momento molto delicato della stagione. Appena qualche ora fa, l’allenatore salentino ha dovuto mandare in campo la sua squadra per la semifinale di coppa. Lo 0-0 contro la Juventus ha permesso ai bianconeri di aggiudicarsi la finale.

News Lazio - Chi resta e chi parte: Tare ha deciso i prossimi rinnovi

LE PAROLE – Qualche giorno prima della grande sfida, i microfoni de Il Messaggero, hanno riportato alcuni commenti dell’ex Lazio Dario Marcolin. Il passato centrocampista biancoceleste crede che la prima squadra della Capitale possa tornare a competere per lo scudetto:

“La Lazio può farcela a San Siro. I biancocelesti hanno dimostrato di essere in grado di mettere in difficoltà la corazzata di Antonio Conte. Possono fare bene e tornare a stupire. Questa volta fino alla fine del campionato. Ottenere dei risultati importanti, non può che dare consapevolezza della propria forza alla squadra. Ci sono ancora tante parte da giocare. Tuttavia, di questo passo, credo che alla fine un piazzamento in Champions League sarà certo. Comunque resto dell’idea che la Lazio può lottare anche per qualcosa di più. I nerazzurri sono una squadra leggibile, facile da decifrare. I capitolini sono imprevedibili. Per quanto riguarda il reparto difensivo, reputo le due rose alla pari. Stesso discorso per l’attacco. Le differenze sono a centrocampo. La Lazio può contare su giocatori come Luis Alberto. Uno come lui è capace di risolvere una gara. Conte, nella sua rosa, non ha un giocatore con le stesse caratteristiche. Anzi, direi che in Italia non ce l’ha nessuno”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy