Cittaceleste.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Lazio Amarcord – Tacco di Mancini, gol di Boksic e tutti a Birmingham

BIRMINGHAM, UNITED KINGDOM - MAY 19:  EUROPAPOKAL DER POKALSIEGER 89/99 FINALE 1999, Birmingham; LAZIO ROM - REAL MALLORCA 2:1; Marcelo SALAS/LAZIO ROM, Miquel SOLER/MALLORCA  (Photo by Mark Sandten/Bongarts/Getty Images)

Nel gelo di Mosca, nell'aprile del 1999 la Lazio riuscì a pareggiare contro la Lokomotiv ipotecando la finale di Coppa delle Coppe

redazionecittaceleste

A volte ritornano. La sfida di questa sera tra Lokomotiv Mosca e Lazio ripropone una vecchia sfida andata in scena tra i due club. Era l’aprile del 1999, la Lazio dopo aver superato i greci del Panionios nei quarti di finale della Coppa delle Coppe, trovò nel sorteggio di Nyon la formazione russa. Pericolo scampato. Una delle tre potenziali avversarie dei biancocelesti era il Chelsea di Vialli, già vincitrice del trofeo nella stagione precedente. Ma la sfida contro la formazione russa si rivelò più ostica del previsto, nonostante il maestoso organico della Lazio che in quel momento era una delle formazioni più forti d’Europa.

Freddo e gelo accolsero l’arrivo della Lazio a Mosca. A notte fonda, iniziarono a scendere i primi fiocchi di neve sulla Piazza Rossa. La sera della partita, il terreno di gioco era in condizioni accettabili. La Lazio aveva appena pareggiato contro il Milan la sfida di campionato che non sembrava neppure essere uno scontro diretto, tanto era il margine di vantaggio dei biancocelesti sui rossoneri. Il gol regolare annullato a Vieri, passò quasi in secondo piano: a fine stagione si sarebbe rivelato decisivo per l’assegnazione dello scudetto, con la Lazio beffata sul filo di lana dalla squadra di Zaccheroni: era tempo di elezioni politiche, il Milan doveva vincere per forza.

La Lazio parte bene, colpisce una traversa con Vieri sugli sviluppi di un corner. Poi è lo stesso Vieri a impegnare il portiere russo dopo un assist di Salas. Il primo tempo scorre via senza troppi patemi, la Lazio sembra in pieno controllo. E invece, in avvio di ripresa la Lokomotiv cresce, guadagna metri, si fa pericolosa. E in un’azione di ripartenza, trova il vantaggio. Ora la squadra di Eriksson è in apnea, ma il tecnico svedese gioca al meglio le sue carte. Dalla panchina entrano Mancini e Boksic. E al minuto 77 la Lazio pareggia: meraviglioso colpo di tacco del numero dieci, conclusione del centravanti croato, e palla in rete. Uno a uno: la strada verso la finale di Birmingham è in discesa.