Cittaceleste.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Lazio-Salernitana: Colantuono: “Gara proibitiva. Ribery? Spero ci sia”

Colantuono e Sarri

Le parole di Stefano Colantuono, allenatore della Salernitana, a poche ore dalla sfida dell'Olimpico contro la Lazio

redazionecittaceleste

Il tecnico della Salernitana, Stefano Colantuono, ha partecipato alla conferenza stampa di rito con un paio di giorni di anticipo rispetto alla sfida con la Lazio. L'allenatore della società neopromossa, subentrato a stagione già iniziata, sa che l'incontro sarà proibitivo ma vuole comunque che i suoi scendano in campo convinti di potercela fare: "Ribery viene da una settimana particolare. Ha preso una botta nel derby con il Napoli e abbiamo cercato di gestirlo intelligentemente. Si sta allenando. Lo stesso valer per Gondo. Coulibaly, invece, è reduce da un infortunio che lo ha tenuto fermo per trenta giorni. Ritrovarlo in gruppo è stato un sollievo. Ora va gestito senza fretta. Mi auguro di poter schierare il francese, altrimenti siamo costretti a cambiare modulo. Un po' scomodo farlo sempre. Siamo contati ma ho fiducia e rimango ottimista. Dai prossimi allenamenti proveremo qualcosa di alternativo. Poi ci sarà la sosta. Spero comunque che Ribery ce la faccia a giocare dal primo minuto. Ho sentito anche Belec, è tranquillo ed equilibrato. Ci siamo parlati e siamo sereni".

 Mercato Lazio: prestiti Salernitana

La sfida con Lotito

"Il fatto che Lotito sia il presidente della Lazio non cambia le nostre motivazioni. Vogliamo rimanere agganciati in classifica per ottenere la permanenza in Serie A. Sulla carta è un match proibitivo. Ciononostante, la gara con il Napoli ci deve dare fiducia. Dovremo giocare con abnegazione e cura dei dettagli. Dobbiamo prepararci a soffrire la superiorità tecnica dell'avversario. Il nostro compito sarà quello di sfruttare le ripartenze. Contro i partenopei le occasioni per fare male non ci sono mancate. Per questo dovremo cercare di essere concreti. I dettagli faranno la differenza".

Il cambio in società

Spero che la situazione in società si sistemi. Quando ho firmato per la Salernitana non ho pensato a qualcosa in particolare, ma solo a fare bene. Sarei tornato anche a piedi. Senza curarmi troppo delle questioni ai piani alti. Lì non posso incidere. Siamo in ballo e pensiamo a giocare".