Cittaceleste.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Lazio, Sarri ha bisogno delle ali: Felipe Anderson e Romero non bastano

Lazio, Sarri ha bisogno delle ali: Felipe Anderson e Romero non bastano

Il mercato della Lazio è già cominciato, ma è necessario fare qualche sforzo in più per dare a mister Sarri le ali di cui ha bisogno

redazionecittaceleste

La prima parte del mercato estivo ha già portato alcuni rinforzi in casa Lazio. Il primo innesto è stato Dimitrije Kamenovic, difensore serbo acquistato già lo scorso gennaio per dare manforte alla difesa a tre di Simone Inzaghi. Il centrale mancino avrebbe giocato come terzo a sinistra fino a poco tempo fa, ora, con Maurizio Sarri, molto probabilmente ricoprirà il ruolo di terzino. Come prima alternativa ad Elseid Hysaj. Altro nuovo acquisto arrivato appositamente per ritrovare il suo ex tecnico ai tempi del Napoli. Dopo aver sistemato la difesa, o almeno una parte di essa, la società si è dedicata all'attacco. Il passaggio dal 3-5-2 al 4-3-3 ha richiesto alla dirigenza alcuni sforzi e subito si è deciso di intervenire sulle fasce. Per l'attacco, infatti, si è optato per il ritorno di Felipe Anderson e per la scommessa Luka Romero.

 Luka Romero

La situazione sulle fasce

Il primo conosce bene l'ambiente e trova una buona parte di pubblico entusiasta di dare il via a questo secondo capitolo. Il secondo, invece, è arrivato con lo scopo di crescere e di rivelarsi un futuro componente della prima squadra. Se il brasiliano sarà titolare, l'argentino verrà dapprima aggregato alle giovanili. Il classe 2004 verrà perciò inserito nella Primavera di mister Alessandro Calori. Attualmente, stando ai giocatori ancora in rosa, l'altra ala potrebbe farla Joaquin Correa. Tuttavia il Tucu avrebbe espresso il desiderio di andare via. Il Tottenham può fare sul serio.

Gli esterni da valutare

Quindi solo se la Lazio cederà l'argentino potrà fiondarsi su un nuovo acquisto. Il nome più caldo sembrerebbe essere quello di Julian Brandt, esterno tedesco in uscita dal Borussia Dortmund. La prima alternativa al nato nel 1996, ad oggi, è José Callejon. Altro giocatore che grazie al sarrimo ha vissuto alcune delle pagine più belle della sua carriera. Le alternative a disposizione, che sono Jony e Bobby Adekanye, non convincono. Per questo anche loro potrebbero trovare una sistemazione. Discorso diverso per Raul Moro che, come l'argentino sopracitato, potrebbe fare la spola tra Primavera e prima squadra.