news

Lazio, per Sarri arriva un record negativo ma il trend può cambiare

Maurizio Sarri

Mai, dall’inizio dell’era dei tre punti, i biancocelesti avevano fatto registrare questo dato. Ma l’ultima gara dà fiducia

redazionecittaceleste

Le rivoluzioni richiedono tributi, sangue e sudore. E così sarà - ed è stato - anche in casa Lazio, dove il passaggio dall’ormai ben oliato 3-5-2 di Inzaghi al nuovo 4-3-3 di Sarri ha portato aria di novità. Che non sarebbe stato un percorso semplice e lineare lo ha sottolineato più volte anche lo stesso tecnico nato a Napoli ma toscano d’adozione. Ma, finalmente, nelle ultime due partite si sono viste prove più convincenti e, soprattutto, più convinte da parte dei biancocelesti. Però, un tributo è già stato pagato e ha iscritto Sarri nella storia biancoceleste anche se non per una statistica da ricordare.

 Reina e Strakosha

Il dato

Un record negativo ma non necessariamente determinante per l’esito delle partite, quello fatto segnare in queste prime sei giornate dai biancocelesti. E che riguarda, nello specifico, le reti incassate: mai, dall’inizio dell’era dei tre punti, la Lazio aveva subito goal in ognuna delle prime sei giornate. I biancocelesti, infatti, hanno subito un goal alla prima contro l’Empoli, vincendo poi per 3-1, e un altro alla seconda contro lo Spezia, quando il risultato finale fu di 6-1. Sono state invece due le reti subite alla terza contro i rossoneri, per la prima sconfitta dell’era Sarri. Due anche le marcature del Cagliari, con il match finito però in parità. Un altro pareggio è poi arrivato con il Torino, con il risultato però di 1-1. Infine, sono stati due i goal subiti contro la Roma, ma tre quelli realizzati dalla Lazio.

Invertire il trend

Stabilito il record, Sarri vuole già lasciarselo alle spalle. A partire dalla gara contro il Bologna, per provare a tenere la porta inviolata per la prima volta in stagione almeno in Serie A. Segnali rassicuranti, infatti, sono già arrivati dall’ultima gara giocata dalla Lazio, in Europa League contro il Lokomotiv Mosca. Giovedì, infatti, è stato Thomas Strakosha a tenere la porta inviolata, per la prima volta in un match ufficiale dell’era Sarri. Ora il compito passa a Reina, che vuole invertire il trend anche in campionato.