Cittaceleste.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Napoli-Lazio, Spalletti: “Vittoria bella e importante contro una grande squadra“

Spalletti

Le parole dell’allenatore dei partenopei, intervenuto al termine del match di oggi allo stadio Diego Armando Maradona

redazionecittaceleste

Il Napoli vince al Maradona, nella notte della celebrazione per il Pibe de Oro, e vola in testa alla classifica staccando i rossoneri, sconfitti oggi dal Sassuolo. La Lazio, a differenza dei neroverdi, non prova nemmeno a ostacolare gli avversari. I ragazzi di Sarri prendono due goal in dieci minuti, permettendo subito ai partenopei di indirizzare la partita. Al termine della gara il passivo di quattro reti è figlio anche di un secondo tempo in cui la Lazio non ha mai provato a reagire e il Napoli non ha quindi insistito. Ci sarà molto su cui riflettere per Sarri e i suoi ragazzi, in vista della gara di giovedì contro l'Udinese. Intanto, però, sono arrivate anche le parole del tecnico del Napoli Luciano Spalletti ai microfoni di DAZN.

 Napoli-Lazio

È la vittoria più bella del mio Napoli, perché viene da alcuni risultati particolari e da prestazioni sotto il nostro livello. Riprendere contro una grande come la Lazio ha un significato ancora più importante. Mertens? Oggi sarebbe riduttivo esaltare soltanto lui, la prestazione della squadra è stata indelebile. Era molto che non facevamo possesso palla nello stretto con questa qualità. Mertens, Mario Rui, Zielinski: tutti hanno fatto una grande partita. Bisogna davvero cercare con lanternino un giocatore sotto livello. I ragazzi sono stati bravi a ritagliarsi spazi in mezzo, siamo stati impeccabili sulle scelte da fare e sul come far circolare la palla. La Lazio ha fatto fatica, se trovano spazio loro si esaltano e a noi viene il braccino, ma stasera siamo stati tanta roba

Nella mia carriera ho trovato spesso situazioni in cui i calciatori entrano in campo e vogliono che finisca il prima possibile per scoprire il risultato. Oggi è stato diverso: volevano stare in campo per godersela il più possibile, questo evidenzia la mentalità della squadra. Non vogliamo giocare con paura, né pensare agli altri risultati: dobbiamo giocare godendoci tutta la partita, questi momenti li porteremo dietro. Si entra in campo e si fa quello che abbiamo fatto stasera: oggi per la prima volta ci è sembrato di giocare in casa, abbiamo ritrovato il nostro pubblico. Da quando sono qui percepisco quanto sia forte la passione per il calcio e il sentimento profondo per quelli che sono i loro eroi. Qui a Napoli c’è bisogno di miti da esaltare, la tifoseria non lesina complimenti e abbracci”.