Cittaceleste.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Siviglia: “Questi blackout rallentano il percorso della Lazio di Sarri”

Sebastiano Siviglia

Le parole dell'ex difensore biancoceleste arrivate dopo la sconfitta di ieri sera al Diego Armando Maradona

redazionecittaceleste

Tra gli argomenti di dibattito nel mondo calcistico italiano oggi non può non esserci il posticipo di ieri sera al Diego Armando Maradona. I tre punti conquistati dal Napoli hanno portato la squadra di Spalletti in vetta solitaria in campionato. Ma, soprattutto, la sconfitta della Lazio ha messo in mostra nuovamente i soliti limiti già evidenziati in questa prima parte di stagione. Per i biancocelesti è arrivata l’ennesima sconfitta in trasferta, che ha regalato numeri da incubo alla difesa biancoceleste. Proprio in merito alla gara di ieri, allora, l’ex difensore della Lazio Sebastiano Siviglia è intervenuto in esclusiva ai microfoni di notizie.com.

 Napoli-Lazio

Non penso che i quattro goal di scarto arrivati ieri sera rispecchino quello che è il valore reale delle due squadre. Quando la Lazio è riuscita a battere i nerazzurri di Inzaghi non era sicuramente una squadra di fenomeni. Allo stesso modo, però, i biancocelesti non sono diventati una squadra di bidoni dopo aver perso la partita di Napoli. In una trasferta del genere ci può anche stare di perdere una partita. Il problema vero, però, sta nel come questa sconfitta è arrivata

Penso che lungo il percorso alcuni inciampi possano anche esserci. Però bisogna anche guardarsi allo specchio e capire quali sono le cose che non sono andate come previsto. Ieri sera il Napoli riusciva a far goal in ogni occasione: ogni tiro che facevano andava dentro. Il requisito fondamentale per diventare una grande squadra è quello di avere convinzione. Penso che ieri sera siano mancate determinazione e consapevolezza nei propri mezzi. Ripeto, quelli scesi in campo ieri sera non erano calciatori nuovi. Si è trattato degli stessi che hanno sconfitto i nerazzurri e che hanno vinto il derby. Ma anche di quelli che stavano per battere l’Atalanta a Bergamo. Tutto sta in una questione di mentalità. Il problema è che questi blackout finiscono per rallentare il percorso di apprendimento della nuova Lazio di Sarri”.