• TUTTO SUL MERCATO DELLA LAZIO: DOVE? SUL CANALE 85 DELLA TUA TV! TI ASPETTIAMO!

ESCLUSIVA – A. Filippini: “In finale occhio a Zapata. Con la Coppa Italia avanti con Inzaghi”

ESCLUSIVA – A. Filippini: “In finale occhio a Zapata. Con la Coppa Italia avanti con Inzaghi”

Le parole dell’ex calciatore della Lazio, Antonio Filippini, sul finale di stagione e su Inzaghi

di redazionecittaceleste

ROMA – Mentre la Lazio prepara la sfida di campionato contro il Cagliari, la maggior parte delle voci circolanti in questi giorni in orbita biancoceleste riguardano la Coppa Italia e Inzaghi.

 

Sale infatti l’attesa per la finale di coppa nazionale della prossima settimana. Sarà la vera e propria partita della stagione per la Lazio. Di fronte ci sarà un avversario ostico come l’Atalanta, il quale è in gran forma e finora in campionato ha battuto due volte su due la squadra di Inzaghi. Quest’ultimo comincia anche a essere messo in discussione. Senza il raggiungimento di alcun obbiettivo potrebbe pagare per tutti. Il tecnico piacentino però non ha per niente voglia di mollare e cercherà di ottenere il massimo in questo finale di stagione. Sulla situazione del tecnico e gli ultimi appuntamenti della Lazio chi ha detto la sua l’ex centrocampista biancoceleste Antonio Filippini. Ecco come si è espresso in esclusiva per Cittaceleste.it.

LE PAROLE DI ANTONIO FILIPPINI 

Che ne pensi dell’ultimo periodo della Lazio?

Purtroppo è stato un periodo altalenante. La Lazio ha fatto vittorie importanti, ma altrettante sconfitte sanguinose. I biancocelesti hanno perso la continuità che serve per raggiungere la Champions League. Sicuramente la sconfitta in casa con il Chievo è stata quella maggiormente deleteria, visto che doveva corrispondere a tre punti assicurati. Invece la squadra di Inzaghi non li ha fatti, e si sono rivelati pesantissimi nell’economia della corsa al quarto posto. Ad oggi la Lazio rischia anche di non andare in Europa“.

Sergej Milinkovic-Savic esce dal campo dopo l'espulsione contro il Chievo
Sergej Milinkovic-Savic esce dal campo dopo l’espulsione contro il Chievo

Chi dovrà dare quel qualcosa in più in questo finale di stagione?

A mio avviso, visto che la Lazio si ritrova alle strette circa i propri obbiettivi, serve una reazione di tutta la squadra. Se proprio devo scegliere qualcuno dei singoli allora dico Immobile. Questo perché da quando ha cominciato a non segnare più i biancocelesti hanno accusato il colpo non facendo più risultati. Purtroppo il suo digiuno ha influito all’abbandono delle speranze di qualificazione in Champions“.

I biancocelesti affronteranno di nuovo l’Atalanta la prossima settimana, stavolta in finale di Coppa Italia. Che gara ti aspetti?

Sarà senz’altro una partita aperta a qualsiasi tipo di risultato. Di fronte si ritroveranno due squadre che in campionato hanno fatto vedere un gran gioco e soprattutto una propria impronta e identità in ogni gara. Chi bisogna tenere d’occhio dei bergamaschi? Sicuramente Zapata. È l’elemento di spicco della compagine di Gasperini visto che segna sempre. In generale però, va detto che la costruzione di gioco dell’Atalanta è veramente importante. Per questo motivo la Lazio dovrà essere molto attenta in campo. La Dea fa del gioco la sua arma migliore. I biancocelesti dovranno alzare il proprio livello“.

Si parla di un Inzaghi in bilico. Cosa ne pensi di ciò?

Secondo me Inzaghi ha fatto un buon lavoro da quando si è seduto sulla panchina della Lazio, per cui potrebbe anche rimanere. Se lo merita. Ha reso negli anni i biancocelesti una squadra da battere. Ha raccolto anche meno a causa della sfortuna se si pensa a partite come quella contro l’Inter o col Salisburgo dello scorso anno. Ovvio però che senza raggiungimento di alcun obbiettivo, per dare una svolta all’ambiente e ai giocatori la società potrebbe esonerarlo. In questi casi paga sempre l’allenatore. Ma ci tengo a dire che nell’eventualità ci sia una situazione del genere non sarà per demeriti del tecnico, ma solo per dare una svolta. A quel punto però, il club dovrà sostituirlo con un allenatore di pari livello e acquistare nuovi giocatori, visto che i risultati dipendono anche da loro. Con la vittoria della Coppa Italia non cambierei nulla, e penso che sia di questa idea anche la società“.

 

DAL 2 MAGGIO CITTACELESTE TV LA TROVI SUL CANALE 85 DEL TUO DIGITALE TERRESTRE. RISINTONIZZA I CANALI E RESTA CONNESSO H 24 AL MONDO LAZIO!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy